Stop a irritazioni, arrossamenti e tagli: i segreti per una rasatura perfetta

Ecco i trucchi per ottenere una rasatura impeccabile, priva di irritazioni, arrossamenti e tagli e avere una barba curata e sempre in ordine

Foto d'archivio

Radersi la barba è una pratica che ogni uomo affronta quasi quotidianamente e che, almeno in apparenza, è molto semplice e veloce da eseguire. Ma se è vero che soprattutto quando si è di fretta, bastano 3 semplici mosse per radersi la barba (distribuzione della crema o della schiuma, rasatura e risciacquo), è anche vero che se si desidera ottenere una rasatura impeccabile, e priva di irritazioni, arrossamenti e tagli, questa routine non è sufficiente. Ecco allora tutti i trucchi da seguire per ottenere una rasatura perfetta e una barba curata e sempre in ordine.

Scegli gli strumenti giusti

Per ottenere una rasatura impeccabile è importantissimo, prima di tutto, scegliere gli strumenti adatti alle proprie necessità e alla propria pelle. Per quanto riguarda gli strumenti di rasatura, puoi scegliere tra shavette, rasoi a mano libera, rasoi usa e getta o con lametta intercambiabile, rasoi di sicurezza e rasoi elettrici, che possono essere a testina o a lamine.

  • Il rasoio a mano libera è il classico rasoio a serramanico dalla lama non sostituibile che usavano i barbieri una volta, e che necessita di essere affilato periodicamente con la coramella, mentre lo shavette è un rasoio a mano libera con la lama intercambiabile, ed è lo strumento utilizzato ad oggi dai barbieri. 

  • Il rasoio multilama è la classica “lametta” monoblocco in plastica e, nel caso dei rasoi usa e getta, si buttano per intero una volta usati; il rasoio di sicurezza, invece, riprende la forma del rasoio multilama, presentando però una struttura in metallo molto resistente e una lametta a doppio filo usa e getta, e deve il suo nome alla minima sporgenza della lama rispetto alla struttura.

  • Infine, il rasoio elettrico, come lascia intendere il nome, funziona a batteria ed è l’unico strumento che si può usare sia a secco che con la schiuma.

Il momento migliore per radersi

La mattina è il momento migliore per radersi, sia perché la muscolatura e la pelle del viso sono più distese e idratate sia perché, prima di colazione, la pressione sanguigna è più bassa, diminuendo il rischio di irritazioni. Inoltre, è sempre meglio radersi dopo aver fatto la doccia, così che il calore dell’acqua agevoli l'apertura dei pori e prepari la pelle alla rasatura, o in alternativa utilizzare un panno caldo prima e dopo la rasatura.

Infine, soprattutto in caso di pelle sensibile, è sconsigliato radersi con il rasoio tutti i giorni, perché in questo modo la cute non ha la possibilità di rigenerarsi dallo stress e dalle irritazioni: meglio radere la propria barba con il rasoio ogni 3-4 giorni, riprendendo eventualmente la rasatura ogni 2 giorni con un rasoio elettrico.

Prepara il viso alla rasatura

Per scongiurare il rischio di irritazioni, arrossamenti e pruriti è importante utilizzare una schiuma o un gel durante la rasatura, ma è altrettanto importante anche ricorrere ad un olio pre-barba, da applicare su viso e collo: in questo modo, infatti, creerai un effetto barriera diminuendo il rischio di irritazioni. Nel frattempo, tieni il pennello a mollo in acqua calda, così da rendere le setole più morbide al contatto con la pelle.

I passi da seguire per una rasatura perfetta

Se sono passati diversi giorni dall'ultima rasatura, ricorda che sarebbe meglio regolare la barba prima di raderla.

  1. Inizia insaponando la pelle con una crema o una schiuma da barba, insistendo particolarmente su mento e baffi; se utilizzi il pennello, ricorda di muoverlo con movimenti lenti e circolari, per distribuire la schiuma fino alla radice, per almeno un paio di minuti.

  2. A questo punto, radi la barba nel verso della crescita del pelo, in modo da non generare follicolite e la ricrescita del pelo sottopelle. Tendi la pelle con la mano libera prima di radere le zone più sensibili o i punti in cui la rasatura deve essere particolarmente curata, così che il rasoio scorrerà sulla pelle senza intoppi.

  3. Infine, sciacqua il viso con dell'acqua fredda o con un asciugamano freddo per rinfrescare la pelle e chiudere i pori.

Soprattutto se non sei esperto, ricorda di evitare la rasatura contropelo e di utilizzare il rasoio procedendo con colpi decisi ed evidenti, senza indugiare sulla stessa area per troppo tempo, così da ridurre il rischio di irritare la pelle. Infine, gli elementi di taglio sono soggetti a usura, motivo per il quale è bene sostituirli ogni circa 18 mesi. 

La routine post rasatura

Subito dopo la rasatura puoi utilizzare prodotti spray che normalizzano il pH della pelle, per rinfrescarla e chiudere i pori, ma è imperativo l'uso del dopobarba, ancora meglio se liquido con una leggera base di alcol perché svolgerà un’azione disinfettante e tonificante della pelle. A seguire, applica una crema per il viso idratante, sia per creare uno schermo protettivo sulla pelle che per nutrirla e ammorbidirla, così da agevolare anche la prossima rasatura.

Infine, in caso di pelle rossa, irritata e super sensibile, un piccolo trucco è quello di passare un cubetto di ghiaccio sul viso finché non si sarà sciolto, per un’efficace azione decongestionante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

Torna su
TriestePrima è in caricamento