Ecologica e pratica, i vantaggi della coppetta mestruale

La coppetta mestruale è affidabile e sicura, il suo impiego risale al lontano 1930, ma nel nostro Paese non sembra essere una pratica particolarmente apprezzata dal mondo femminile, forse perché poco conosciuta e pubblicizzata. Scopriamo quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo accessorio

Ci siamo mai chieste se usare la coppetta mestruale sia sicuro o meno? Ebbene sì, avete avuto questo dubbio, oggi vi confermiamo che la coppetta mestruale è affidabile e sicura quanto gli assorbenti usa e getta. Chi già la usa sa bene che è igienica, pratica, comoda e anche ecologica. La coppetta mestruale ha tantissimi vantaggi, che vanno dal risparmio economico alla riduzione di rifiuti, dalla libertà personale fino alla comodità di non dover avere sempre assorbenti dappertutto.

Di cosa si tratta?

Sono dei piccoli contenitori in lattice o silicone da inserire all'interno della vagina durante la mestruazione, in modo da raccogliere il flusso mestruale. L'impiego delle coppette mestruali risale al lontano 1930, ma nel nostro Paese non sembra essere una pratica particolarmente apprezzata dal mondo femminile. In Italia, le donne preferiscono utilizzare assorbenti esterni o tampax, probabilmente perché le coppette mestruali sono ancora poco conosciute o pubblicizzate.

Tipi di coppette 

Il mercato offre due tipologie di coppette mestruali:

1. Coppette mestruali sagomate: sono le più utilizzate e hanno una forma "a campana" costruiti in gomma, latice, silicone o materiale ipoallergenico. Questa tipologia di coppetta mestruale è riutilizzabile e, se utilizzata correttamente, può durare fino a 10 anni.

2. Coppette mestruali in polietilene: la forma di questi contenitori ricorda quella dei diaframmi anticoncezionali. In questa categoria possono essere distinte ulteriori due varianti:

  • coppette mestruali usa e getta, progettate per essere eliminate dopo un solo utilizzo;

  • coppette mestruali riutilizzabili (da gettare dopo un ciclo mestruale).

Inoltre, esistono le coppette piccole, medie e grandi, ogni donna può scegliere la misura più adatta al proprio corpo. 

Vantaggi

  • Risparmio economico: una coppetta mestruale (circa 12,00-20,00 euro) può essere idealmente riutilizzata per 10 anni, abbattendo i costi d'acquisto;

  • rispetto dell'ambiente: si stima che una donna utilizzi all'incirca 10.000 assorbenti interni od esterni, che vengono inevitabilmente gettati tra i rifiuti. Una coppetta mestruale può durare molto tempo, senza inquinare l'ambiente;

  • le coppette mestruali hanno una maggiore capienza rispetto ai tamponi interni, a tal proposito, la frequenza del "cambio" è ridotta;

  • le coppette mestruali possono essere utilizzate in piscina o al mare.

Svantaggi

Invece delle solite istruzioni per l'uso, però, è bene conoscere quali sono gli svantaggi e i potenziali rischi derivati dall'uso di una coppetta mestruale:

  • Le donne soggette a candidosi o ad altre infezioni vaginali non dovrebbero utilizzare le coppette mestruali: i patogeni potrebbero infatti annidarsi nel raccoglitore;

  • le coppette mestruali in latex possono creare reazioni allergiche (nelle donne predisposte/allergiche al lattice);

  • la prassi prevede che bisogna bollire la coppetta mestruale in acqua tra una mestruazione e l'altra per una maggior igiene;

  • inizialmente, si può impiegare più tempo per inserire la coppetta mestruale rispetto ai tamponi vaginali;

  • durante le prime applicazioni, molte donne si rivolgono al proprio medico di fiducia perché non riescono a posizionare correttamente le coppette. 

Dove acquistare le coppette a Trieste

Ecco alcuni indirizzi:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Prima neve sul Carso: disagi e mezzi spargisale in azione, a Trieste chiusi i giardini

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

Torna su
TriestePrima è in caricamento