Bonus tiroide: cos'è e come richiederlo

Sono oltre 6 milioni gli italiani con malattie della tiroide, facile, quindi, immaginare l'interesse che sta riscontrando quello che in rete è stato definito "bonus tiroide". Ecco cos'è e quali sono i requisiti e le condizioni per ottenerlo

Foto macrolibrarsi.it

La tiroide è il più grande viscere endocrino, la ghiandola posta alla base del collo che produce ormoni da cui dipende la regolazione, tra l'altro, di battito cardiaco e temperatura corporea oltre che del metabolismo. Possiede una forma "a H" o "a farfalla" ed è costituita da due lobi collegati da un istmo. È dunque un viscere superficiale, impari e mediano.

La tiroide può essere interessata da diverse malattie. Tra queste ricordiamo l'ipertiroidismo che si verifica quando la ghiandola produce una quantità eccessiva di ormoni tiroidei; la causa più comune è la malattia di Graves, una malattia autoimmune. Al contrario, l'ipotiroidismo è una condizione in cui vi è una produzione insufficiente di ormone tiroideo. In tutto il mondo, la causa più comune dell'ipotiroidismo è la carenza di iodio. Gli ormoni tiroidei sono importanti per lo sviluppo e l'ipotiroidismo secondario dovuto a carenza di iodio rimane la principale causa di invalidità intellettiva prevenibile. Nelle regioni iodio-sufficienti, la causa più comune di ipotiroidismo è la tiroidite di Hashimoto, anch'essa una malattia autoimmune. Inoltre, la ghiandola tiroidea può anche sviluppare diversi tipi di noduli e neoplasie.

Sono oltre 6 milioni gli italiani con malattie della tiroide, facile, quindi, immaginare l'interesse che sta riscontrando quello che in rete è stato definito "bonus tiroide". Cerchiamo quindi di capire cos'è e quali sono i requisiti e le condizioni per ottenerlo.

Bonus tiroide: cos'è

Gli esperti di economia tengono a sottolineare che "bonus" è decisamente un termine improprio, perché non si tratta di un riconoscimento "una tantum", ma di un'indennità mensile stabile, di valore proporzionale al grado di invalidità provocato dalla patologia, corrisposta dall’Istituto Nazionale di Previdenza (Inps).

A quanto ammonta il bonus tiroide

L'ammontare del bonus tiroide va da un minimo di 286 euro ad un massimo di 550 euro al mese.

Quali patologie della tiroide danno diritto all'indennità

Il bonus tiroide è destinato a chi soffre di:

  • carcinomi tiroidei;

  • gozzo;

  • ipotiroidismo;

  • ipertiroidismo.

Come si richiede l'indennità tiroide

Per ottenere l’indennità legata alle patologie della tiroide bisogna attivare la procedura di riconoscimento dell'invalidità. Innanzitutto è necessario chiedere al medico di base di presentare sul sito Inps.it il certificato introduttivo (a pagamento), quindi andrà presentata richiesta di accertamento all’Asl competente per territorio e, ottenuta la documentazione medica, bisognerà avviare la pratica all'Inps, attraverso l'apposita piattaforma informatizzata e aspettare la verifica medica.

Attenzione: in sede di verifica della commissione dovrà essere esibita tutta la documentazione che attesta la patologia. Nella domanda per il riconoscimento dell’invalidità ai fini del bonus è possibile anche richiedere il riconoscimento delle agevolazioni previste dalla Legge 104.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid in Fvg: l'incidenza per numero di abitanti è da zona rossa, Trieste non fa eccezione

  • Canone Rai: come richiedere l'esenzione per l'anno 2021

  • Ennesimo pestaggio: in quattro prendono a pugni un uomo, tra loro un minorenne

  • Strage sfiorata a Melara, auto evita un bus e si schianta: quattro feriti

  • Coronavirus in Fvg: 153 nuovi casi e 21 morti

  • "Ti ho inviato un codice per sbaglio" e rubano il tuo WhatsApp: l'ultima truffa digitale

Torna su
TriestePrima è in caricamento