rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Dal 13 al 16 febbraio

Malattie cardiovascolari: a Trieste la campagna di prevenzione gratuita

Anche questo anno la Cardiologia Ospedaliera Universitaria di Trieste - Cattinara partecipa all'evento, giunto alla sua 17ª edizione, appuntamento animato dai Cardiologi presenti in tutte le Strutture Ospedaliere e Universitarie di Cardiologia

La Fondazione per il Tuo Cuore - HCF Onlus, Ente di ricerca della Cardiologia Ospedaliera Italiana ANMCO, promuove la Campagna di Prevenzione Cardiovascolare - Cardiologie Aperte 2023. Anche questo anno la Cardiologia Ospedaliera Universitaria di Trieste Cattinara partecipa all'evento, giunto alla sua 17ª edizione, appuntamento animato dai Cardiologi presenti in tutte le Strutture Ospedaliere e Universitarie di Cardiologia.

Le malattie cardiovascolari

Ancora oggi le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte in Italia e nei paesi industrializzati. Obiettivo fondamentale della Cardiologia è sviluppare strategie innovative per la cura e la prevenzione personalizzata delle malattie cardiovascolari rivolgendosi a tutte le fasce di età della popolazione, con un approccio innovativo teso a curare il malato nella sua unicità e non solo la malattia. La prevenzione delle malattie cardiovascolari è il primo e fondamentale approccio per ridurre l'incidenza delle malattie che possono interessare cuore e vasi.

La campagna di prevenzione

Nel periodo da lunedì 13 a giovedì 16 febbraio 2023, dalle ore 14 alle ore 16, la popolazione potrà liberamente e gratuitamente telefonare al numero verde 800 05 22 33 per porre domande su problemi legati alle malattie del cuore alle quali risponderanno i Cardiologi della Cardiologia di Trieste.

È un'occasione importante per approfondire i temi legati alla prevenzione cardiovascolare e colmare i dubbi relativi a quello che possiamo fare per preservare al meglio la nostra salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malattie cardiovascolari: a Trieste la campagna di prevenzione gratuita

TriestePrima è in caricamento