Teleangectasie: come eliminare o prevenire il problema dei capillari in evidenza

Un problema tipicamente femminile quello dei capillari dilatati, uno tra i disturbi più frequenti raggiunta la mezza età e non solo. Ecco le cause, i rischi per la salute e i possibili rimedi

Foto d'archivio

Avete notato la comparsa sulle gambe di piccole e antiestetiche vene? Questo potrebbe essere il primo segnale che la circolazione comincia a non funzionare come dovrebbe. Un problema tipicamente femminile quello dei capillari dilatati, uno tra i disturbi più frequenti raggiunta la mezza età e non solo. Non si tratta di un semplice problema estetico, ma di un sintomo, insieme alle vene varicose e alla cellulite, di alterazioni della circolazione sanguigna negli arti inferiori.

Cattiva circolazione

Il microcircolo capillare presente sulla pelle delle gambe è connesso all'insieme delle vene e delle arterie che scorrono all’interno. Speciali valvole poste lungo le vene obbligano il sangue a scorrere dal basso verso il cuore, in direzione contraria rispetto alla forza di gravità, impedendone la ricaduta verso il basso. Se questo meccanismo non funziona bene il sangue tende a ristagnare negli arti inferiori. La prima conseguenza è l’ingrossamento dei capillari, che diventano visibili, formando una ragnatela di venuzze visibili sulla pelle, le teleangectasie.

Le cause

Nella maggior parte dei casi alla base della debolezza della parete dei capillari e dell'insufficienza valvolare c'è una predisposizione genetica. Ma anche altri fattori possono far comparire il problema o accentuarlo: come squilibri ormonali, gravidanza, sedentarietà, sovrappeso, stipsi, caldo ed esposizione al sole.

Rischi per la salute

Il ristagno del sangue ha importanti conseguenze anche a livello delle cellule circostanti, che non ricevono più l'ossigeno necessario alla loro sopravvivenza. Ciò causa, inoltre, la fuoriuscita di proteine dal microcircolo, con conseguente richiamo di fluidi, dando luogo alla tanto temuta ritenzione idrica. E quindi gonfiore e pesantezza alle gambe.

Come eliminarle o prevenirle?

Esistono dei trattamenti come la scleroterapia e il trattamento laser che permettono di eliminare le teleangectasie in ambulatorio. Nonostante ciò, grazie a dei piccoli accorgimenti e la modifica del nostro stile di vita è possibile prevenire questo fastidioso problema. Il movimento ad esempio è un ottimo alleato: muoversi di più favorisce il ritorno del sangue verso il cuore; ma anche smettere di fumare; evitare di indossare indumenti troppo aderenti; bere molta acqua e così via. Esistono, poi, prodotti, sotto forma di compresse o creme, che aiutano a migliorare la situazione a livello del microcircolo. I più efficaci agiscono contemporaneamente sulla parete dei vasi, ristrutturandola, e sul sistema linfatico, promuovendo la rimozione dei fluidi che, fuoriuscendo dai capillari, causano la sensazione di gonfiore e pesantezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

Torna su
TriestePrima è in caricamento