Dermatite seborroica: cause, sintomi e diagnosi

La dermatite seborroica è una malattia infiammatoria della pelle strettamente dipendente da un’alterazione della secrezione di sebo. Scopriamo come si manifesta, quali sono i sintomi, le cause e i possibili trattamenti

La dermatite seborroica (chiamata anche eczema seborroico) è una dermatite ad andamento cronico-recidivante che colpisce zone ricche di ghiandole sebacee come il cuoio capelluto, il viso, il condotto uditivo, il torace e l'area ano-genitale. In poche parole, si tratta di una malattia infiammatoria della pelle strettamente dipendente da un’alterazione della secrezione di sebo.

Cause

La dermatite seborroica è una malattia molto diffusa (soprattutto tra gli uomini), ma non è ancora chiara la sua causa primaria. L’insorgenza delle manifestazioni cutanee è sicuramente condizionata da numerosi fattori, ad esempio: anatomici, biochimici, immunologici, ormonali, infettivi, neuro-psicologici, ambientali e climatici. Questi fattori possono contribuire a determinare lo stato infiammatorio tipico della malattia, probabilmente anche sulla base di una predisposizione genetica.

In cosa consiste?

Il meccanismo del processo infiammatorio nelle aree cutanee interessate è il seguente: un aumento della secrezione sebacea, accompagnato a volte da un’alterazione delle caratteristiche del sebo, che a sua volta favorisce la proliferazione di uno dei principali microrganismi della flora microbica cutanea, il fungo Malassezia furfur. L’iperattività delle ghiandole sebacee, unita alla crescita microbica, determinano anche un’accelerazione del naturale rinnovamento degli strati superficiali dell’epidermide, con conseguente desquamazione massiva delle cellule morte.

Sintomi

Nelle aree colpite dalla dermatite seborroica si osservano chiazze arrossate ricoperte da squame che possono essere secche, di colore bianco, di piccole dimensioni e più o meno aderenti alla cute; oppure grasse, di colore giallastro, più grandi e sollevate rispetto alla superficie cutanea. Sul cuoio capelluto, per effetto dell’eccesso di sebo e dell’infiammazione sui follicoli piliferi, è possibile notare la perdita di capelli. L’unico sintomo della dermatite seborroica è un prurito più o meno intenso, che può però essere all’origine delle complicanze infettive legate alle lesioni da grattamento. La dermatite seborroica ha un’evoluzione cronico-recidivante, con fasi di remissione e fasi di riacutizzazione che possono avere un andamento stagionale, caratterizzato da un netto peggioramento della sintomatologia nei mesi freddi.

Diagnosi e trattamento

La dermatite seborroica viene diagnosticata di solito sulla base degli aspetti clinici. Tuttavia, potrebbe essere confusa ad altre patologie dermatologiche, quindi, prima di intraprendere qualsiasi trattamento, è fondamentale rivolgersi al medico e ricorrere ad una visita dermatologica e agli esami specialistici prima di qualsiasi trattamento. In genere, il trattamento di elezione per la dermatite seborroica è quello locale, finalizzato a tre obiettivi principali:

  • la rimozione dell’eccesso di sebo a livello delle sedi colpite;

  • la riduzione della colonizzazione da parte di Malassezia furfur;

  • il controllo della reazione flogistica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Non solo transfrontalieri: chi può entrare in Slovenia dal 26 maggio

  • Mercurio pronto a dare spettacolo al tramonto: come e quando osservalo a occhio nudo

  • Un aiuto per pagare l'affitto: al via il bando del Comune

  • Sparatoria a Nova Gorica, coinvolte più persone

  • Fucile contro un giovane italiano, Serracchiani a Di Maio: "Chiarisca l'episodio con Lubiana"

Torna su
TriestePrima è in caricamento