Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

Elettrodomestico presente nelle case degli italiani da quasi 20 anni, il forno a microonde viene impiegato per riscaldare gli alimenti. Avrete sicuramente sentito parlare dei danni provocati da quest'ultimo. Ma si tratta di rischi reali o falsi miti? Scopriamolo

Quando parliamo di forno a microonde ci riferiamo a quell'elettrodomestico che da quasi 20 anni è ormai presente nelle case di tutti gli italiani e che viene impiegato per riscaldare gli alimenti attraverso un processo di interazione tra le particelle di acqua e grassi che troviamo negli alimenti ed i campi elettromagnetici che si formano in seguito alle radiazioni emesse dal forno. In questo modo l'alimento si scalda prima all'interno e successivamente all'esterno. 

Forno a microonde, fa male o no?

Avrete sicuramente tutti sentito parlare dei danni provocati dai forni a microonde. Negli anni diversi studi hanno finalmente dimostrato che dall'utilizzo del microonde non ne derivi una scarica di radiazioni maligne verso il nostro corpo, le radiazioni emesse dal forno infatti non interagiscono con il DNA. La radiazione è una propagazione di energia assolutamente naturale (come la luce solare) che non va confusa con la radioattività in grado di provocare tumori e mutazioni genetiche, solo le radiazioni cosiddette "ionizzanti" riescono a interagire con il DNA, mentre i cibi scaldati al microonde non sono radioattivi perché l'energia delle radiazioni del microonde è troppo bassa e non ionizzante. Questo significa che il microonde riesce a far vibrare gli atomi delle molecole, ma non a indurre mutazioni nel DNA, ovvero che non aumenta in nessun modo il rischio di cancro. Nonostante ciò, è sempre presente il rischio di poter contrarre, in relazione al suo utilizzo, delle intossicazioni o delle infezioni a causa della circostanza che le temperature che vengono raggiunte dal forno non sono in grado di poter eliminare totalmemte i batteri presenti in quegli alimenti che sono già in frigo da qualche giorno (cibo non fresco). Questi alimenti dovrebbero essere cotti con metodi di cottura che raggiungono temperature più alte. Non c'è, quindi, una risposta unica al quesito se l'utilizzo del forno a microonde faccia male o meno. 

Vantaggi

Tra i vantaggi nell'utilizzo di un forno a microonde ricordiamo che:

  • è ideale per lo scongelamento degli alimenti surgelati (se si scongela a temperatura ambiente c'è il rischio che la parte interna resti congelata, quella esterna si scongeli e quindi ci possano essere reazioni chimiche di alterazione);

  • mantiene il valore nutrizionale dei cibi freschi (tale valore si abbassa con la cottura classica, dove si raggiungono temperature più alte).

Microonde, i rimedi naturali per una corretta manutenzione

Dove acquistare un forno a microonde a Trieste

  • Unieuro (Via Matteo Renato Imbriani, 8; Il Giulia - Via Giulia, 75/3; Montedoro Shopping Center - Via Flavia di Stramare, Muggia)

  • MediaWorld (Torri d'Europa - Via Italo Svevo, 14)

  • SMEG (Via Giosuè Carducci, 9)

  • S.T:E.A. Service (Strada di Guardiella, 29/a)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

Torna su
TriestePrima è in caricamento