Salute

Tumore al seno: Ottobre Rosa in Barcolana per sottolineare l’importanza della prevenzione

Un mese di eventi che coinvolgono associazioni, artisti, professionisti, istituzioni e, soprattutto, cittadini con lo scopo di sottolineare l’importanza dello screening per la diagnosi precoce dei tumori al seno

Anche il vento della Barcolana spira a sostegno di Ottobre Rosa, manifestazione promossa dall’associazione dinAMICI O.d.v., in collaborazione con Asugi, BCC Venezia Giulia, e con i Comuni di Monfalcone, Farra d’Isonzo, Gradisca d’Isonzo, Turriaco, San Canzian d’Isonzo, San Pier d’Isonzo, e il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia, del Consiglio Regionale Friuli Venezia Giulia e dei Comuni di Trieste e di Ronchi dei Legionari.

Un mese di eventi che coinvolgono associazioni, artisti, professionisti, istituzioni e, soprattutto, cittadini. Con lo scopo di sottolineare l’importanza dello screening per la diagnosi precoce dei tumori al seno, divulgando con forza un messaggio chiaro: “La vita deve andare avanti anche con la malattia”.

L'importanza della prevenzione

«Il carcinoma mammario - ricorda Manuela Fumis, presidente di dinAMICI che convive da 14 anni con il tumore al seno - è una delle principali cause di morte tra le donne e in Italia ne colpisce 55mila ogni anno. Per questo la prevenzione è fondamentale, ma da sola non basta, occorre informare e ovviamente continuare a investire nella ricerca scientifica. Lo screening può salvare molte vite: solo in Italia sono oltre 500.000 le donne che vivono dopo aver ricevuto una diagnosi di cancro al seno, la ricerca in questi anni è andata avanti e oggi grazie a molte nuove terapie si aprono sempre di più le speranze di guarigione».

Ottobre Rosa in Barcolana

Per dare massima visibilità e diffusione a una tematica così fondamentale, Ottobre Rosa quest’anno ha voluto cogliere l’opportunità della vetrina di Barcolana, uno degli eventi più importante in Friuli Venezia Giulia, per veicolare il proprio messaggio di speranza.

Nell’area Anywave Event Hospitality all’interno del Villaggio Barcolana, infatti, rappresentanti delle istituzioni e del mondo sanitario si sono alternati per illustrare non solo quanto si stia facendo in regione in termini di cure e prevenzione, ma anche per sostenere e plaudire le numerose iniziative messe in campo da questo Ottobre Rosa.

«Il team e tutti i nostri supporter - sottolinea Alberto Leghissa, skipper e team manager del maxi yacht Anywave - sposano le iniziative di dinAMICI e anche quest’anno siamo lieti di aver avuto la possibilità di dare visibilità alle importanti iniziative che l’associazione promuove. Siamo inoltre orgogliosi e felici di aver portato nella regata più affollata al mondo il fiocco simbolo di Ottobre Rosa sulle nostre vele».

Oltre alla presidente dei dinAMICI, Manuela Fumis, sono intervenuti anche il rettore dell’Università di Trieste, Roberto Di Lenarda, l’assessore regionale alla salute, politiche sociali e disabilità, Riccardo Riccardi, il direttore generale dell’Azienda sanitaria universitaria giuliano isontina, Antonio Poggiana, Marina Bortul, responsabile presso SSD Chirurgia Senologica e Breast Unit, Alessandra Guglielmi, direttore SC Oncologia Trieste, Gianpiero Fasola del Dipartimento di Area oncologica dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, Giuseppe Stacul, dirigente medico presso SC Chirurgia Generale e Aldo Iop, direttore SC di Oncologia di Gorizia e Monfalcone e Dipartimento Oncologico Aziendale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tumore al seno: Ottobre Rosa in Barcolana per sottolineare l’importanza della prevenzione
TriestePrima è in caricamento