Neonati prematuri: nella mozione approvata alla Camera il Follow-up per seguirli

Tra i diversi impegni del nuovo Piano del Governo sull’infanzia e l’adolescenza c’è anche quello di promuovere in ogni regione una rete di servizi di Follow-up per seguire i neonati prematuri o con patologia cronica. Per la Società Italiana di Neonatologia questo è un passo importante a favore di famiglie e natalità

"Sono tanti i bambini che in Italia nascono prima del termine della gravidanza, circa 30.000. Di questi 4.500 hanno un peso < 1500 gr. e prematurità grave. Tutti hanno bisogno di un’assistenza adeguata e di un programma di Follow-up strutturato e multidisciplinare. Oggi è stato fatto un passo importante per i neonati prematuri, perché tra le misure indirizzate all'infanzia e all'adolescenza sono stati considerati anche i più fragili, coloro che hanno bisogno di maggiore cura ed attenzione".

Il Presidente della Società Italiana di Neonatologia (SIN), Prof. Fabio Mosca, commenta così le due mozioni approvate dalla Camera, a firma di Paolo Lattanzio del Pd e Francesco Lollobrigida di Fdl, per un nuovo Piano del Governo sull’infanzia e l’adolescenza, che vedono insieme ai proponenti anche il dott. Paolo Siani, Pediatra e Parlamentare, Capo gruppo Pd Commissione infanzia e adolescenza.

Neonatologi e pediatri: "bene assegno unico ma servono aiuti anche per i neonati 'fragili' e le loro famiglie"

Nuova rete di servizi di Follow-up per seguire i neonati prematuri o con patologia cronica

Tra i diversi impegni infatti c’è anche quello di promuovere in ogni regione una rete di servizi di Follow-up per seguire i neonati prematuri o con patologia cronica e sostenere le loro famiglie con un'assistenza domiciliare adeguata.

La Sin sostiene da sempre la necessità del riconoscimento ufficiale, da parte del Sistema Sanitario Nazionale, dei Servizi di Follow-up multidisciplinari, che oggi rappresentano una realtà troppo varia ed eterogenea, spesso insufficiente quanto a risorse strutturali e di personale. Carenze che gravano sia sulla salute dei neonati, sia sulle famiglie in termini economici e di qualità nell’assistenza.

"Ci auguriamo che la legge venga presto approvata, sempre a tutela di mamme e neonati e anche a difesa della natalità. Occorre infatti prevedere politiche sociali ed economiche sempre più organiche e strutturate, che mettano al centro la famiglia e che favoriscano la genitorialità, proprio quello che si sta provando a fare oggi. Un altro passo per mettere il neonato al centro del futuro." conclude il Prof. Mosca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente tra due scooter in viale D'Annunzio: un motociclista grave, l'altro in fuga

  • Ryanair riparte con otto nuove rotte da Trieste, tra cui Londra, Valencia e Napoli

  • Torna dall’osmiza dopo il coprifuoco, l’auto va fuori strada e si ribalta

  • Incidente con fuga in viale d'Annunzio: presi i "pirati della strada"

  • Brutto investimento in via Giulia, pedone grave a Cattinara

  • Rissa tra giovani davanti ad un bar in pieno centro, fermati quattro minorenni

Torna su
TriestePrima è in caricamento