Ustioni lievi: come comportarsi e i possibili rimedi

L’ustione è tra gli incidenti domestici più diffusi, se si tratta di una scottatura lieve, la conoscenza di alcune semplici regole di primo soccorso potrebbe aiutarci a contenere i danni che un’eventuale lesione o ustione potrebbe provocare

L’ustione è tra gli incidenti domestici più diffusi. È soprattutto in casa che si possono creare diverse occasioni per ustionarsi, ad esempio tramite il contatto accidentale con acqua bollente, olio o grasso bollenti, ferro da stiro, piastra per capelli, il forno e chi più ne ha più ne metta.

In questo caso, e se si tratta di un'ustione lieve, la conoscenza di alcune semplici regole di primo soccorso potrebbe aiutarci a contenere i danni che un’eventuale lesione o ustione potrebbe provocare.

Ustione lieve: i rimedi

Sarà capitato a tutti qualche volta di scottarci con il ferro da stiro o aprendo il forno, toccando un tegame rovente o a causa dei vapori di una pentola d’acqua che bolle. Cosa fare in queste occasioni? Ecco qualche consiglio.

Una regola di carattere generale è quella di mettere la parte scottata sotto l’acqua corrente o effettuare degli impacchi con acqua fredda, non troppo ghiacciata per evitare di irritare ulteriormente la parte colpita. Ciò aiuterà a rinfrescare la parte ustionata e a bloccare l’avanzamento dell’ustione negli strati più profondi della pelle. Inoltre, è buona norma rimuovere, se possibile, e comunque senza alcuna forzatura, gioielli, indumenti situati intorno e sopra l’ustione. È preferibile tagliare il tessuto circostante piuttosto che sfilarlo, questo per evitare irritazioni ed infezioni qualora dovessero venire a contatto con la parte lesa. Inoltre, è importante tenere la pelle pulita; ricoprire la zona ustionata con garza sterile e se è il caso utilizzare un antinfiammatorio per lenire il dolore.

Cosa non fare

Tra gli errori da non fare per peggiorare la situazione ricordiamo che è consigliabile non applicare ghiaccio direttamente sulla zona interessata, ma eventualmente nelle vicinanze e applicando uno straccio di cotone intorno al ghiaccio; non rompere le eventuali vesciche per evitare che la parte lesionata si infetti; non usare disinfettanti sulla pelle ustionata; non usare rimedi casalinghi che potrebbero aumentare il rischio di infezione e non comprimere l’area ustionata.

Scottature solari

L'estate è giunta al termine, anche dopo lunghe vacanze al mare è possibile ustionarsi a causa dei raggi solari. La possibilità di scottarsi, soprattutto con l’arrivo della bella stagione, è sempre dietro l'angolo. In questo caso è bene proteggere la pelle utilizzando delle creme solari adeguate alla propria carnagione. L’esposizione solare in alcuni casi, infatti, può essere talmente forte da dar luogo a fastidiosi eritemi (pelle arrossata, gonfia, dolorante e pruriginosa) o nei casi più gravi a delle vere e proprie ustioni solari.

Esposizione ai raggi solari, benefici e rischi per la salute

Consigli

Ricordiamo infine che nel caso di complicanze o nel caso dovreste sentire l’esigenza di applicare un unguento sulla zona lesa è sempre consigliabile evitare medicazioni casalinghe e rivolgersi al proprio medico di fiducia o farmacista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Covid in Fvg: l'incidenza per numero di abitanti è da zona rossa, Trieste non fa eccezione

  • Canone Rai: come richiedere l'esenzione per l'anno 2021

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

Torna su
TriestePrima è in caricamento