Lunghi viaggi in auto, i consigli per combattere il caldo

La temperatura interna di un veicolo parcheggiato al sole può superare di 15 °C la temperatura esterna, arrivando nei periodi più torridi anche a sfiorare i 60 °C. Per evitare potenziali malori e effetti negativi sulla nostra salute è bene seguire alcuni consigli

Questi sono giorni in cui l’ondata di calore non dà tregua, con picchi e temperature record che fanno alzare il livello di allarme; in Italia, sono 16 le città con allerta di livello 3, la più elevata e che scatta in presenza di "condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche". Se dovete affrontare numerose ore di viaggio in macchina, vi state sposando per la meta delle vostre vacanze estive o semplicemente siete bloccati nel traffico cittadino, oltre ai più generali consigli, come evitare di uscire nelle ore più calde, bere molto e rinfrescarsi spesso, vediamo come fare per evitare situazioni potenzialmente pericolose quando si viaggia in auto.

I rischi in macchina 

La temperatura interna di un veicolo parcheggiato al sole può superare di 15 °C la temperatura esterna, arrivando nei periodi più torridi anche a sfiorare i 60 °C. È quindi importante ricordare di non restare mai (ne lasciare nessuno, in particolare anziani, bambini ed animali) in macchina ad aspettare, neanche per pochi minuti. Non è di grande aiuto neanche lasciare i finestrini abbassati se non si utilizzano altre protezioni, visto che la temperatura esterna così alta scalda la lamiera e gli elementi in plastica nera (plancia, cruscotto volante, leva del cambio), che, assorbendo i raggi solari, restituiscono calore all’abitacolo.

Consigli 

1. Lascia la macchina all’ombra 

Quando lasciate la macchina in sosta o la parcheggi, cercate sempre di lasciarla all’ombra, così da evitare il surriscaldamento. Se avete un giardino ma non avete la possibilità di lasciarla in un box coperto,  potete comprare, o costruire, un piccolo gazebo per proteggere l’auto dal grande caldo.

2. Evita gli sbalzi di temperatura

In viaggio, per evitare malesseri dovuti ad un eccessivo sbalzo termico, non abbassate mai la temperatura del climatizzatore oltre 6 gradi di differenza rispetto all’ambiente esterno. Cercate poi di non usare l’opzione “ricircolo”, poco efficace per temperature così elevate, e ricordate sempre di occuparvi della manutenzione dell’impianto stesso, per evitare problemi improvvisi. 

3. Usa le protezioni 

Un rimedio davvero efficace per evitare il surriscaldamento quando la macchina è in sosta, è utilizzare gli appositi schermi argentati o, in loro mancanza, anche la pellicola di alluminio che si usa in cucina. Pellicole e schermi oscuranti poi, possono essere applicati anche sui finestrini e sul lunotto posteriore, sono ottimi filtri per la maggior parte dei raggi solari, abbassando la temperatura all’interno dell’abitacolo fino al 50%. 

4. Non viaggiare nei giorni più caldi 

Evitate sempre di mettervi in viaggio durante i giorni da bollino rosso. L’asfalto assorbe calore 5 volte più di terra ed erba, dando luogo al cosiddetto effetto “isola di calore” e creando enormi disagi se si resta imbottigliati nel traffico.

5. Bere spesso

Nei mesi estivi è indispensabile avere a bordo un’abbondante scorta di acqua, perché la sudorazione, non sempre avvertibile se si viaggia con climatizzatore acceso o finestrini aperti, può portare alla disidratazione, causando mal di testa, vertigini e sonnolenza. Per avere sempre acqua fresca a disposizione, senza necessariamente dover ricorrere alla borsa termica, avvolgete la bottiglietta d’acqua con della stoffa bagnata e sistematela davanti ad una bocchetta di ventilazione, grazie all’evaporazione dell’acqua dal tessuto bagnato in conseguenza all’esposizione al flusso d'aria, potrete avere sempre a disposizione acqua fresca.

Infine, dal Giappone arriva un consiglio stravagante: per accelerare il ricambio d’aria prima di entrare in auto, abbassa uno dei finestrini senza aprire lo sportello, e comincia a "pompare" fuori l’aria calda, aprendo e chiudendo più volte la portiera del lato opposto con il finestrino alzato. I movimenti accelerano il ricambio, tanto che in pochi secondi è possibile far scendere la temperatura anche di 10/15 gradi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, svantaggi, costi e consumi

  • Terribile schianto in strada per Basovizza, motociclista di 57 anni perde la vita

  • Vigile del fuoco con la passione per i motori perde la vita in un terribile incidente

  • Tragedia in un fondo edile di via D'Alviano: muore schiacciato da un camion in manovra

  • Investita sulle strisce: 55enne in rianimazione

  • Violento nubifragio sulla città, ai Vigili del fuoco raffica di richieste d'aiuto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento