rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
TriestePrima

carnia food design, lunedi' 15 dicembre la carnia vota il suo menu - dal progetto un "carnianet" per 100 ristoratori e produttori del territorio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima
LA CARNIA VOTA IL SUO MENU': DOMANI, LUNEDI' 15 DICEMBRE, GRAN FINALE DICARNIA FOOD DESIGN 2014

DAL PROGETTO CARNIA FOOD DESIGN NASCE IL 'CARNIANET' CHE HA MAPPATO E RIUNITO OLTRE 100 PRODUTTORI E RISTORATORI IN UNA FILIERA CORTA AGROALIMENTARE/ENOGRASTRONOMICA. COINVOLTI ANCHE BLOGGER, ENOLOGI, ESPERTI DI STORY-TELLING, MUSICOLOGI, APPASSIONATI. NATALE 2014 COL MENU DI CARNIA FOOD DESIGN, GRAZIE A RISTORANTI E PRODUTTORI IN RETE.

TOLMEZZO -Tradizione e innovazione, stagionalità e sostenibilità, creatività e solido legame con le radici: sono gli 'ingredienti' della cucina carnica, sostenuta da un patrimonio eccezionale e spontaneo, il più grande Giardino di erbe delle Alpi che ispira di stagione in stagione i piatti collaudati come le più estrose novità. Lunedì 15 dicembre, al Centro turistico ed Ambientale di Aplis di Ovaro (dalle 20.30) è in programma la serata finale di Carnia Food Design, per l'assegnazione del "Premio all'Innovazione tradizionale gastronomica" che andrà ai 4 piatti vincitori, selezionati fra 12 finalisti proclamati nelle scorse settimane attraverso quattro laboratori e contest per chef, food blogger e appassionati. L'iniziativa è ideata e promossa da Coop. Cramars, con la collaborazione di Euroleader nell'ambito del PSR FVG 2007-2013 Asse IV Leader, con il coordinamento scientifico di Slow Food Friuli Venezia Giulia. Il valore aggiunto del progetto sta nelle sue premesse: la scorsa estate Carnia Food Design ha condotto un vero e proprio "censimento", mappando capillarmente le tipicità agroalimentari della Carnia e il comparto produttivo, e portandolo a fare rete in modo sistematico con la ristorazione, in un'unica filiera a km 0 con agroturismi, trattorie, ristoranti, hotel e strutture ricettive. Un vero "Carnianet" agroalimentare ed enogastronomico, capace di valorizzare al meglio la cucina carnica e la sua fantasiosa stagionalità.

Vogliamo ripercorrere le ricette finaliste e gli chef approdati in finale? Per il contest dedicato a L'aperitivo e l'antipasto gareggeranno Alvio Fachin, autore di Zuf con sfornatino di Frant e un tai di blanc cun la genziana, Roberto Filaferro con il patè di fegato con pan brioche ai fichi e di Flavio De Antoni, riservista cui ha ceduto il posto lo chef plurifinalista Emanuele Monego della Stella d'oro di Verzegnis. Per il Primo piatto sono in gara Mauro Scarabelli con la Crema di patate e funghi con scialli farciti alla ricotta di Malga, Sara Silverio con Gnocs di Tausie e Amabile Dassi con la Minestra di zucca e orzo al profumo di zenzero. La finale per Il Secondo vedrà protagonisti Roberta Clapiz con La nostra martundela con cappucci rossi, Emanuele Monego con Mille foglie di cervo al sedano e scalogno con involtini di verza al cumino e Rita Lenisa col Filetto di salmerino di Noiaris su foglia di pasta madre ai semi di papavero e amaranto, cubetti di verdure, salsa di prezzemolo e finocchio selvatico, grissini al peperoncino di Carnia. Infine per Il Dolce sono in gara ancora Emanuele Monego con I colori d'autunno, ancora Rita Lenisa con Torroncino di carote, mandorle e cioccolato bianco, cannoli di pane e cioccolato nero, arance candite, e ancora Sara Silverio con i Cannoli alle mele con confettura di mele alla cannella e dadolata di cotogne.

Quattro laboratori e quattro Contest, oltre un centinaio fra ristoratori e produttori per la prima volta in rete nel comprensorio carnico, dieci giurati tecnici e popolari, oltre un centinaio di partecipanti e dodici finalisti che si contenderanno l'ingresso nel primo Menu di Carnia Food Design 2014: questi i numeri di Carnia Food Design, che domani sera vedrà sfidarsi per il contest dedicato a L'aperitivo e l'antipasto gli chef Alvio Fachin, Roberto Filaferro e Flavio De Antoni. Per il Primo piatto saranno in gara Mauro Scarabelli, Sara Silverio e Amabile Dassi. La finale per Il Secondo vedrà protagonisti Roberta Clapiz, Emanuele Monego e Rita Lenisa. Infine per Il Dolce saranno in gara Emanuele Monego, Rita Lenisa e Sara Silverio. Verranno proposti piatti inediti con ricette tipicamente stagionali. La Giuria tecnicachiamata a valutare i finalisti è composta da Max Plett (Slow Food FVG), Giorgio Dri (Slow Food Fvg), Diana Candusso (referente enogastronomia di Turismo FVG), Marino Corti (Fiduciario Condotta Slow Food "Gianni Cosetti"), Germano Pontoni (Presidente Unione Cuochi Fvg) e Pietro Gortani (esperto di agroalimentare). Accanto a loro sono stati selezionati cinque "giurati popolari" fra tutti i liker del video postato sul profilo fb Cramars: si tratta di Dania Bevilacqua di Udine, Anna Cattarinussi di Ovaro, Angela Longo di Amaro, Federica Angeli di Tavagnacco e Giuliano Gardel di Tolmezzo. Info: www.coopcramars.it

Alla finale di domani sera saranno rappresentati, nelle ricette degli chef finalisti, per la ristorazione: La Stella d'oro di Verzegnis, Borgo Poscolle di Cavazzo, Paolo Cignino Tolmezzo, Hotel Aplis Ovaro, Locanda da Dino Ovaro, Grand Hotel Gortani, Il Gan di Trava di Lauco. E per la produzione di Carnia: Firindo Mazzolini, Rugo Enemonzo e Cooperativa Davide, I Salumi di Carnia SRL, Azienda Agricola Val Pesarina, Azienda Agricola Marzona, Molinari Zuglio di Flavio e Massimo Mentil, Salumi e Sapori di Timau, Azienda Agricola Travani - Polenta Socchievina e Davide Soc. Coop, Carni Martinis di Ovaro, Azienda Agricola Monego, Troticoltura Vidotti di Noiaris, Coop. Davide e Azienda Monego Eliana, Cooperativa Davide, Uberto Pecol di Raveo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

carnia food design, lunedi' 15 dicembre la carnia vota il suo menu - dal progetto un "carnianet" per 100 ristoratori e produttori del territorio

TriestePrima è in caricamento