rotate-mobile
Arredare

Le lenzuola di flanella per notti calde e soffici: come sceglierle, lavarle e asciugarle

Le lenzuola di flanella sono utilizzate soprattutto in autunno e inverno per dormire al caldo quando le temperature diventano particolarmente rigide. Ecco come sceglierle e prendersene cura

Con l'arrivo dei primi freddi diventa sempre più difficile alzarsi dal letto, soprattutto se dormiamo in un letto confortevole tra lenzuola calde e accoglienti, soffici e avvolgenti. Le lenzuola di flanella sono l'ideale perché regalano un morbido abbraccio durante la stagione più fredda.

Lenzuola in flanella: come sono fatte

Le lenzuola di flanella sono utilizzate soprattutto in autunno e inverno per dormire al caldo quando le temperature diventano particolarmente rigide. Solitamente sono realizzate in cotone, questo a seguito di una particolare lavorazione viene “flanellato” per renderle appunto più morbide e calde. Anche i tessuti sintetici o la lana possono subire lo stesso trattamento, ma in termini di qualità e resistenza il risultato è meno efficace.

Tutte le tipologie di lenzuola invernali

Esistono diverse tipologie di lenzuola invernali:

  • lenzuola in flanella: le più diffuse sono realizzate in cotone pettinato che le rende morbide e calde assicurando una buona traspirazione.
  • Lenzuola in coralina: realizzate in poliestere e microfibra, sono molto morbide e calde, inoltre, si asciugano rapidamente e non richiedono la stiratura.
  • Lenzuola in nacarina: il tessuto in microfibra è morbido al tatto, simile al velluto e sono molto calde.
  • Lenzuola in pireneo: ideali per l’inverno, sono calde perché realizzate con fibre sintetiche.
  • Lenzuola in pile: ideali nella stagione fredda, il loro vantaggio è quello di rendere il letto un giaciglio più morbido e accogliente.

Come lavare e asciugare le lenzuola di flanella

Le lenzuola di flanella dovrebbero essere lavate e asciugate in un determinato modo per preservarne il tessuto. Quando si lavano, la cosa più importante è farlo a basse temperature con una centrifuga poco veloce. Per preservare al meglio il tessuto si può scegliere anche il ciclo dedicato o quello della lana.

Per quanto riguarda l’asciugatura, meglio scegliere quella naturale all’aria, nel caso in cui si utilizza l’asciugatrice, l'ideale sarebbe utilizzare un ciclo delicato, con temperature più basse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le lenzuola di flanella per notti calde e soffici: come sceglierle, lavarle e asciugarle

TriestePrima è in caricamento