Angolo fai da te

Come realizzare un pot-pourri per portare i profumi della primavera in casa

Ecco come realizzare in piccole e semplici mosse un profumatore che sa di natura e soprattutto di ecologico, un pot-pourri fai da te che profuma di erbe aromatiche, petali di fiori, frutta e spezie

Creare piccoli e piacevoli accessori per la nostra casa, soprattutto in questi giorni di inizio primavera. Perché non provarci? Ecco come realizzare in piccole e semplici mosse un profumatore che sa di natura e soprattutto di ecologico, un pot-pourri fai da te che profuma di erbe aromatiche, petali di fiori, frutta e spezie.

Cosa sono i pot-pourri

I pot-pourri sono belli da vedere su di un tavolino in soggiorno, come centrotavola in cucina o all'ingresso di casa su una mensola. Si tratta di una composizione realizzata con petali di fiori secchi ed oli essenziali, normalmente utilizzata per profumare e/o abbellire gli ambienti. Di solito viene collocata in ciotole di legno, o in sacchetti di stoffa. Fra i fiori maggiormente utilizzati nei potpourri si possono citare il pimento, il cedro, la cannella, il chiodo di garofano, il finocchio, il giuggiolo, il ginepro, la lavanda, la melissa, il limone, la maggiorana, la menta, l'arancia, l'artemisia, la reseda, la rosa e il rosmarino. Nei potpourri moderni spesso alle composizioni vengono aggiunti elementi decorativi e profumi sintetici.

Si chiama potpourri anche il recipiente - a forma di ciotola, oppure di piccola scatola o di barattolo con coperchio bucherellato e realizzato in porcellana, in maiolica o in terraglia - che è utilizzato per contenere il composto di fiori, di radici e di petali odorosi, il cui aroma si diffonde nell'ambiente.

Come realizzarlo 

Per prima cosa procuratevi scorze essiccate di agrumi, come mandarini, arance e limoni; delle spezie essiccate come semi di finocchio, maggiorana, timo, anice stellato, menta e cannella e dei petali di rosa e lavanda essiccati. 

Ora provvedete a pestarli in un mortaio ed inseriteli in un contenitore a chiusura ermetica, prima però ricordate di aggiungere una o due gocce di olio essenziale all'aroma che preferite, servirà ad esaltare i profumi dei singoli ingredienti. Lasciate riposare il tutto per un giorno e poi versate il vostro pot-pourri in una ciotola di vimini o meglio ancora di vetro per mettere in evidenza grazie alla trasparenza tutta la mescolanza di colori che avrete ottenuto con gli elementi essiccati.

Il profumo sarà piacevole e soprattutto non invasivo ma per ravvivarlo di tanto in tanto basterà bagnare gli elementi con le gocce di olio essenziale che avete scelto in precedenza e smuovere all'interno della ciotola il mix creato.

Un sistema sempre naturale per fissare a lungo il profumo del vostro pot-pourri è quello di inserire dei fissativi naturali all'interno del vostro mix come dei bastoncini di cannella sbriciolati, fave di tonka, semi di coriandolo o di cumino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come realizzare un pot-pourri per portare i profumi della primavera in casa
TriestePrima è in caricamento