Arredare

Smart working: come organizzare una zona lavoro confortevole e funzionale in casa

Lo smart working è una nuova concezione lavorativa che può rappresentare, se ben sfruttata, un'occasione perfetta per godersi gli ambienti domestici organizzando l'ufficio direttamente a casa propria. Ecco alcuni consigli per la concentrazione e il comfort

Foto d'archivio

Le aziende hanno trovato nello smart working la soluzione ideale da offrire ai propri dipendenti nella fase di pandemia. Una nuova concezione lavorativa che può rappresentare, se ben sfruttata, una buona occasione per godersi gli ambienti domestici organizzando l'ufficio direttamente a casa propria. Ecco allora alcuni consigli per rendere gradevole il vostro spazio di lavoro e favorire la concentrazione.

Lavorare da casa: i mobili

I mobili sono la parte più importante della area di lavoro. Il primo su cui porre l’attenzione è senza dubbio la postazione di lavoro; che si tratti di scrivania, tavolo da disegno, piccolo scrittoio, la cosa importante è che sia proporzionato alle dimensioni della stanza e che sia a favore di una fonte di luce.

La seduta è vitale, soprattutto se stiamo molto tempo in questa posizione. È importante scegliere una sedia o una poltrona comoda, magari con una forma ergonomica che favorisca una postura corretta.

La cassettiera potrebbe essere il nostro salva spazio per evitare ambienti confusi e disordinati: un suggerimento è quello di dotarsi di contenitori appositi, raccoglitori e scatole, così da dividere tutto per necessità e non perdere mai oggetti o documenti importanti per il nostro lavoro.

Le luci

La luce è fondamentale: una bella lampada da tavolo o una piantana oltre che arredare illuminano la stanza. Risulta importante scegliere la loro luce (bianca o gialla) anche in funzione di quanto tempo stiamo seduti alla scrivania.

Sfruttate le pareti

Lavorando si crea facilmente disordine; per evitare che il caos prenda il sopravvento sfruttate fino all’ultimo centimetro le pareti intorno a voi, soprattutto in verticale. Il muro, che risulta opprimente e triste, può essere utilizzato con mensole di diverse dimensioni e altezze per riporre tutto ciò che vi serve durante le ore di lavoro.

Per il resto potrete sbizzarrirvi ad arredare in funzione di spazio e disponibilità economiche, con tappeti, poltroncine, piante (ricordatevi che il verde aiuta sempre ed è un elemento vitale e positivo per i nostri ambienti) e complementi d’arredo che rendono bello e confortevole il vostro angolo d’ufficio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smart working: come organizzare una zona lavoro confortevole e funzionale in casa

TriestePrima è in caricamento