Nuovo digitale terrestre 2021: cosa cambia e le date del passaggio

Il DVB-T2 (Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial) è lo standard di ultima generazione per le trasmissioni sulla piattaforma digitale terrestre del consorzio europeo DVB. Ecco quando avverrà il passaggio dal vecchio al nuovo digitale terrestre in Fvg

Il 2021, oltre a portare con sé la speranza di un anno migliore, sarà caratterizzato anche dal cambio di frequenza di molte emittenti Tv. Il tutto in vista dell'avvio del DVB-T2, ossia il digitale terrestre di seconda generazione. Il DVB-T2 (Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial) è lo standard di ultima generazione per le trasmissioni sulla piattaforma digitale terrestre del consorzio europeo DVB e saranno diverse regioni italiane a dover procedere a risintonizzare i canali che si trovano nella nuova banda di frequenza a 700 MHz.

Sono previsti due passaggi. Nel dettaglio, dal 1° settembre 2021 cambierà il modo di guardare la televisione: le immagini saranno di maggior qualità e avremo la possibilità di usufruire di un numero più alto di programmi. Il primo passaggio riguarderà lo standard di codifica MPEG-2, che sarà abbandonato a favore del più avanzato MPEG-4, ovvero la tecnologia che consente la visione dei programmi in HD. Chi possiede una Tv che non riceve canali in alta definizione, dovrà dotarsi di un decoder o cambiare il proprio televisore già a partire da questa data. Il secondo passaggio, previsto tra il 21 e il 30 giugno 2022, riguarderà lo standard di trasmissione e vedrà il sistema DVB-T2 HEVC sostituire l’attuale DVB-T.

Quando avverrà il passaggio

Dal 1° settembre 2021 al 31 dicembre 2021 avverrà il passaggio dal nuovo al vecchio digitale terrestre (Area 2 e Area 3) in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e le province di Trento e di Bolzano. Seguono poi, dal 1° gennaio 2022 al 31 marzo 2022, (Area 1) Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna; e dal 1° aprile 2022 al 31 giugno 2022: (Area 4) Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche.

Nella prima fase del passaggio, i canali DTT abbandoneranno lo standard MPEG-2 per usare esclusivamente l’MPEG-4 (attualmente impiegato solo dai canali HD, quelli dal 500 in su). La transizione definitiva invece avverrà a luglio del 2022 con il passaggio allo standard HEVC.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Canone Rai: come richiedere l'esenzione per l'anno 2021

  • Come disinfettare le scarpe per avere casa priva di germi e batteri

  • Tarme in casa? Come eliminarle in un batter d'occhio

  • Eliminare il cattivo odore di fumo in casa, rimedi naturali e consigli utili

  • Come arredare casa in perfetto stile boho chic

  • Come ottenere la rettifica delle bollette di luce e gas

Torna su
TriestePrima è in caricamento