Domotica

Set di coltelli da cucina: guida all'acquisto

Un set di coltelli da cucina è composto da varie tipologie di coltelli che si differenziano per il tipo di lama e non solo. Utili ed ideali per ogni tipo di esigenza, questi devono essere scelti in base all'utilizzo che se ne intende fare. Ecco qualche consiglio

Tra i diversi strumenti a cui un appassionato di cucina non può di certo rinunciare per preparare i suoi gustosi manicaretti, troviamo senza dubbio il set di coltelli da cucina. È possibile scegliere un set base già composto, oppure crearlo partendo da ogni singolo pezzo. Insomma, le soluzioni disponibili sul mercato sono svariate, ecco quindi alcuni consigli per l'acquisto.

Tipologie

Un set di coltelli da cucina è composto da varie tipologie di coltelli che si differenziano soprattutto per il tipo di lama, utili ed ideali per ogni tipo di esigenza, devono essere scelti prima di tutto in base all'utilizzo che se ne intende fare. Tra i coltelli che non dovrebbero mai mancare in cucina troviamo sicuramente il coltello da chef, quello con lama triangolare e punta curva, ideale in tutte le operazioni base e quindi utilizzato in un gran numero di preparazioni. Importanti sono anche i coltelli per verdure, utensili leggeri e sottili caratterizzati da una notevole affilatura della lama. Un altro coltello che non può mancare in un buon set è quello per il pane. Caratterizzato da una lama seghettata, taglia perfettamente il pane senza schiacciarlo. Le dentellature delle lame di questi coltelli sono inclinate in entrambe le direzioni in modo tale da consentire un taglio continuo avanti e indietro.

Il manico del coltello

Un altro aspetto da non sottovalutare è il manico del coltello. Proprio come per la lama è possibile scegliere tra diversi materiali: legno, plastica o acciaio. 

  • Legno: il manico di legno conferisce una buona presa ma richiede molta cura. Il legno, infatti, assorbe odori e attira batteri, per questo necessita di un'attenta pulizia e non può essere lavato in lavastoviglie.

  • Plastica: il manico di plastica spesso risulta essere la scelta più pratica. La plastica è economica, igienica (non assorbe umido e microrganismi) e leggera. L'unica pecca è una certa imprecisione del taglio.

  • Acciaio: il manico in acciaio inox può risultare eccessivamente pesante ma allo stesso tempo molto resistente. L'unico punto a sfavore è che possono presentare una presa incerta se bagnati. Sono sicuramente coltelli più per uso professionale.

La lama

Infine, per ultimo ma forse l'aspetto più importante, è scegliere i materiali. Le scelte, per quanto riguarda le lame sono essenzialmente tre: quelle in acciaio al carbonio sono le più economiche, facili da affilare ma, se non pulite e asciugate bene ogni volta, si arrugginiscono facilmente. Una delle soluzioni più valide è quella di scegliere coltelli con lame in acciaio inox, hanno un costo maggiore, ma i vantaggi di maggiore durezza e resistenza giustificano sicuramente la differenza. Molto apprezzate sono anche le lame in ceramica, un materiale che spicca per la capacità di mantenere più a lungo l’affilatura, non trasferisce alcun sapore ai cibi e non si corrode, ma potrebbe scheggiarsi e danneggiarsi più facilmente perché è più fragile dell’acciaio.

Come affilare un coltello da cucina in sicurezza

Dove acquistare il tuo set a Trieste

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Set di coltelli da cucina: guida all'acquisto

TriestePrima è in caricamento