Pomodoro bio: i consigli per una coltivazione perfetta

La coltivazione dei pomodori è veramente molto diffusa perché si tratta di prodotti molto versatili con mille qualità benefiche per il nostro organismo. Ma come far crescere dei buonissimi pomodori in giardino? Ecco la nostra guida dedicata

La coltivazione dei pomodori è veramente molto diffusa, il pomodoro, infatti, è uno degli ortaggi più versatili in assoluto, da consumare crudo o cotto, può essere utilizzato in una vasta gamma di piatti deliziosi. Da non dimeticare poi le sue innumeroli proprietà benefiche, infatti il pomodoro è una dei prodotti principali della dieta mediterranea. Ma come far crescere dei buonissimi pomodori in giardino? Esperti o non, grazie ai nostri consigli scoprirete tutto ciò che occorre per coltivare in modo impeccabile dei pomodori perfetti.

Le radici

Assicuratevi che il gambo della vostra pianta sia ben piantato in profondità, ciò è essenziale per favorire lo sviluppo dell’apparato radicale che fungerà da sostegno e da fonte di nutrimento per la pianta.

Tagliare le foglie più basse

Una volta che il vostro esemplare avrà raggiunto i 60 centimetri di altezza, dovrete eliminare le foglie della metà inferiore della pianta. Così facendo, eviterete che la pianta possa essere attaccata dalle malattie trasmissibili dal contatto diretto con il suolo.

Eliminare i germogli

A partire dallo stelo centrale della pianta possono comprarire dei piccoli germogli, questi sono dannosi in quanto impediscono alla luce di raggiungere le parti principali della pianta. La loro eliminazione non è obbligatoria, ma consigliata per rinforzare la pianta e ottenere dei pomodori migliori.

La pacciamatura

Un trucco molto importante per la buona riuscita dei pomodori consiste nella pacciamatura. La paglia aiuta a conservare l’umidità della terra, mantenendo una temperatura costante e proteggendo la pianta dalle malattie.

Spazio

La distanza ideale tra una pianta e l’altra dovrebbe variare tra i 60 e i 90 centimetri. Nel caso di esemplari troppo vicini tra di loro, la quantità di luce avrebbe difficoltà a filtrare e ciò causerebbe delle difficoltà nel processo di fotosintesi, oltre che a impedire un adeguato sviluppo delle radici.

Il solfato di magnesio

Il solfato di magnesio è un valido aiuto per prevenire l’ingiallimento delle foglie e per irrobustire il fusto. Potrete metterlo direttamente al suolo durante la fase di piantagione, aggiungendo un cucchiaio di questo prodotto in dei piccoli buchi da realizzare sul terreno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Controllare l’annaffiatura

L’annaffiatura dei pomodori è molto importante. Questa dovrebbe essere effettuata lentamente, così da permettere all’acqua di penetrare nel suolo e di raggiungere un po’ alla volta le radici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbinare antico e moderno: i consigli per un equilibrio perfetto

  • Certificato di agibilità, cos'è e come funziona

  • Fiori e piante da coltivare in terrazzo, idee e consigli

  • Mutuo 100%: cos'è e come funziona

  • Arredamento e accessori: i colori della primavera in casa

  • Terriccio basico o acido? I consigli per far crescere le piante in salute

Torna su
TriestePrima è in caricamento