rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Come operare in sicurezza

Vespe in balcone o in giardino? Come rimuovere il nido con rimedi green

Come rimuovere un nido di vespe senza ricorrere all'insetticida? Le azioni da compiere possono dipendere dalla posizione del nido e dalle sue dimensioni. Scopriamo insieme come comportarci

Capita spesso con l'arrivo del caldo e della bella stagione che le vespe - importantissime per l’ambiente e la biodiversità - inizino a fare i loro nidi in città, talvolta nei giardini e balconi delle nostre case. Come rimuovere il loro nido senza ricorrere ad un insetticida? Le azioni da compiere possono dipendere dalla posizione del nido di vespe e dalle sue dimensioni. Scopriamo insieme come comportarci se ci ritroviamo il terrazzo o il giardino invaso da questi piccoli esseri.

Nido di vespe: quando agire?

Prima di tutto è consigliabile agire nelle ore di buio. Bisogna tenere sempre sotto osservazione i punti della casa o del giardino che rappresenterebbero un potenziale luogo per la costruzione del loro nido.

I posti preferiti dalle vespe

Vasi di piante messi su balconi o in giardini possono essere presi di mira. Rappresentano un buon habitat per la costruzione del nido. Per evitare questo si ricorre alla pacciamatura della superficie del terriccio attraverso materiali naturali, come cortecce e fibra di cocco, così da impedire alle vespe di raccogliere la terra necessaria per costruire il nido.

Imposte delle finestre o cassoni delle tapparelle sono altri punti in cui le vespe amano nidificare. La presenza di rimasugli di terra sul davanzale è un segnale dell'inizio della costruzione del nido che comunque può essere rimosso più facilmente se individuato sin dall'inizio.

Come rimuovere un nido di vespe

I più coraggiosi possono rimuovere il nido quando si accorgono che questi piccoli non si trovano attorno ad esso. Ricordate però che l'operazione va fatta sempre indossando dei guanti e munendosi di un sacchetto in cui lasciare cadere il nido. Il nido va quindi chiuso all'interno del sacchetto e lasciato bruciare.

Se il nido di vespe si trova su di un albero o su di un cespuglio, le sue dimensioni potrebbero essere maggiori. Occorre munirsi di protezioni necessarie per tenere al sicuro mani e viso e abiti che coprano la pelle. Con un bastone è possibile far cadere il nido all'interno di un sacco della spazzatura il quale poi verrà gettato o bruciato.

Un rimedio naturale, trappola per le vespe, è rappresentato dall'aceto e dallo zucchero, utile sia per prevenire la formazione del nido, sia per catturarle. Un secchio riempito con acqua, zucchero, aceto e detersivo per piatti rappresenta una grande attrazione per le vespe, le quali sono attirate dallo zucchero ma stordite dal forte odore dell'aceto.

Per agire in sicurezza

Ricordiamo infine che quando ci troviamo di fronte ad un alveare di vespe sarebbe meglio lasciarsi aiutare e fare molta attenzione, soprattutto se le sue dimensioni non sono ridotte. Le vespe, infatti, potrebbero sentirsi minacciate e attaccare provocando uno shock anafilattico e, in alcuni e rari casi, persino la morte. Per questo è bene ricorrere a tecnici specializzati. A questo proposito vi consigliamo delle ditte specializzate a cui rivolgervi in città: qui l'articolo di approfondimento e con i contatti dedicato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vespe in balcone o in giardino? Come rimuovere il nido con rimedi green

TriestePrima è in caricamento