Rientro dalle vacanze, come pulire casa in poche mosse

Il rientro dalle vacanze può essere pieno di nostalgia, se poi aggiungiamo anche le pulizie di casa, il ritorno può diventare traumatico. Niente paura però, se volete superare il rientro indenni, non dovete far altro che seguire dei consigli

Settembre è ormai arrivato e gli impegni quotidiani ci chiamano. Il rientro dalle vacanze può essere pieno di nostalgia, se poi a questo stato d’animo si aggiungono anche le pulizie di casa, il ritorno può diventare traumatico. Anche se prima di partire avete lasciato tutto in ordine, tra le prime cose da fare vi è senza dubbio l'impegno di pulire casa, se avete seguito i consigli per pulire casa prima di partire di sicuro il lavoro sarà meno impegnativo, al contrario dovrete rimboccarvi le maniche. In ogni caso, se volete superare il rientro indenni, non dovete far altro che seguire alcuni semplici consigli.

Da dove iniziare?

La prima cosa da fare è aprire le finestre per consentire il ricambio d’aria. Successivamente dovete disfare la valigia, dividendo gli abiti da conservare da quelli da lavare. Prima di conservare la valigia, meglio pulirla, sabbia o polvere si saranno accumulati nel corso delle vacanze. Come? Come prima cosa passate l’aspirapolvere per rimuovere anche negli angoli più nascosti i più piccoli granelli. In seguito, in una bacinella versate il detersivo per tessuti, e con una spugna lavate l’interno. La schiuma e i residui di sapone potranno essere rimossi con l’aiuto di un panno umido. Ora non vi resta che lasciarla asciugare al sole così da togliere anche eventuali cattivi odori.

Camera da letto

Nella stanza la prima cosa da fare è quella di cambiare le lenzuola se non avete messo un telo sul letto prima di partire. Nel corso delle settimane la polvere si è depositata sui tessuti. Un cambio di biancheria da letto è l’ideale per un meritato riposo dopo un lungo viaggio.

Cucina

Se prima di partire vi siete dimenticati qualche pacco di pasta o biscotti aperti, sarà meglio controllare bene per evitare che all’interno si siano formati degli insetti. In caso della presenza di farfalline, meglio buttare le scatole aperte e ripulire i ripiani in modo accurato, con acqua e detersivo. Se avete staccato il frigorifero prima di partire, non vi resta che pulire i ripiani per eliminare i cattivi odori o la presenza di eventuali muffe.

Bagno

Se prima di partire avete pulito in modo approfondito il bagno, vi basterà prendere un panno umido e togliere i residui di polvere. In pochi muniti avrete un ambiente pulito e disinfettato.

Pavimenti

Per avere un ambiente bello e pulito, soprattutto se ci sono dei bambini a casa, meglio rimuovere la polvere. Per farlo in modo veloce, potete passare l’aspirapolvere e successivamente lavare i pavimenti. In questo caso dovete usare il detersivo adatto ai vari materiali come marmo, legno o ceramica.

Vetri

Se avete lasciato le tapparelle aperte, meglio pulire i vetri per eliminare la polvere accumulata o i segni di pioggia.

Balcone

É la parte della casa più esposta alle intemperie, quindi anche se prima di partire avete deciso di pulirlo, meglio farlo anche al rientro, perchè pioggia o vento potrebbero aver sporcato la superficie o trasportato residui di foglie o il terriccio delle piante. Questi dovranno essere rimossi con l’aiuto di un aspirafoglie o con paletta e scopa, facendo attenzione agli scoli. Togliete il primo strato di sporco con acqua e straccio. Successivamente mettete nel secchio dell’acqua con il detergente per pavimenti, se volete una soluzione naturale potete sostituire il detersivo con l’aceto. Ora non dovete fare altro che sciacquare e lasciarla asciugare. Successivamente potete lavare le balaustre. Se in ferro battuto, usate acqua e ammoniaca, successivamente passate un panno imbevuto con olio per evitare che arrugginiscano. Se è in marmo vi basterà usare acqua e sapone.

Piante

Se avete un terrazzo o un balcone pieno di piante, in seguito alla vostra assenza dovete dedicargli qualche attenzione in più. Come prima cosa spolverate le foglie con un panno umido, in questo modo lo sporco accumulato verrà via e avranno un colore più brillante. Una volta pulite, le foglie devono essere inumidite con un nebulizzatore e acqua distillata per nutrirle. Rimuovete ora, le foglie secche e i rametti lunghi e sottili, permetteranno alla pianta di respirare e di crescere senza impedimenti. Se non avevate un sistema di irrigazione artificiale, non vi resta che innaffiare le piante, senza esagerare.

Come coltivare le fragole in balcone, la tecnica dell’orto verticale in vaso

I prodotti online per pulire casa

  • Olio Antiruggine

  • Detergente Legno

  • Detersivo per Marmo

  • Acqua Demineralizzata

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi in maniera ottimale

  • Quando accendere i termosifoni, tutte le date e gli orari città per città

  • Fonte di calore eco-sostenibile, perché scegliere il camino in bioetanolo

  • Cappa filtrante o cappa aspirante in cucina? Ecco le differenze

  • I metodi naturali per eliminare i fastidiosi insetti della dispensa

Torna su
TriestePrima è in caricamento