Guardaroba, i rimedi per eliminare le larve delle tignole

Gli armadi delle nostre case possono essere il luogo perfetto per ospitare delle falene che si cibano del nostro guardaroba. Stiamo parlando delle tignole. Scopriamo nel dettaglio di cosa si stratta, come finiscono nei nostri armadi e tutti i rimedi possibili

Le tignole, più comunemente conosciute come tarme, sono dei lepidotteri che si presentano come piccole farfalle di colore avorio tendente al marrone. In natura ne esistono di diverse varietà, ma tutte le larve hanno in comune il trascorrere l’intero ciclo vitale nutrendosi. In casa attaccano qualsiasi cosa fatta di fibre naturali e/o materiali contenenti cheratina, tra queste quindi la lana, pelli e pellicce, piume, seta, cotone, lino, canapa e tessuti umidi o con residui di sporco normalmente invisibili ad occhio nudo. Preferiscono le case calde e asciutte, e, quando sono ancora delle larve, si mimetizzano in maniera perfetta sui tessuti dei nostri capi. Ci accorgiamo della loro presenza solo quando notiamo dei forellini dai bordi frastagliati o sottili filamenti biancastri su abiti, camicie e cappotti di seta, lana e tessuti naturali pregiati o chiazze spelacchiate nelle pellicce.

I rimedi per eliminare le tignole

Ecco alcuni consigli per eliminarle:

  • lavaggio a secco: per i capi che lo consentono è particolarmente indicato perché non lascia umidità residua.

  • Lavaggio con acqua calda: un lungo lavaggio con sapone e acqua a temperatura non inferiore a 50°C  è l'ideale per eliminare le tarme dai tessuti resistenti.

  • Congelamento: per eliminare le larve si possono tenere i capi infestati nel congelatore, dopo averli sistemati in un sacchetto di plastica, per non meno di 15 giorni.

  • Prodotti chimici: se l'infestazione è consistente potrebbe essere preferibile optare per i prodotti chimici ma, in questo caso, è consigliabile rivolgersi a una ditta specializzata, in particolare se in casa ci sono bambini, persone allergiche o animali domestici.

  • Prodotti naturali: alloro, chiodi di garofano, lavanda, legno di cedro, patchouli, rosmarino e timo sono validi anti-tarme naturali.

  • Trappole: si trovano in commercio specifiche trappole che agiscono con feromoni per attirare gli individui adulti e colla per imprigionarli.

  • Pulizia: una pulizia accurata in casa è sempre e comunque necessaria, a maggior ragione in caso di infestazione di parassiti. Per evitare che le tarme si annidino nella nostra abitazione è necessario pulire bene e periodicamente l'interno di armadi, cassetti e contenitori di tessuti.

Consigli

Per quanto riguarda gli indumenti, è bene riporli sempre puliti e senza tracce di umidità negli appositi contenitori o in sacchetti in cui sarà possibile inserire un anti-tarme specifico. Infine, è buona norma lavare bene i vestiti prima di riporli nell'armadio, in quanto queste ultime si nutrono anche di sudore e cheratina (sostanza abbondantemente contenuta nei capelli e peli umani).

Ditte di disinfestazione a Trieste

  • Gardys (Via Lorenzo Ghiberti, 6)

  • Seal Disinfestazioni (Via Domenico Rossetti)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi in maniera ottimale

  • Quando accendere i termosifoni, tutte le date e gli orari città per città

  • Fonte di calore eco-sostenibile, perché scegliere il camino in bioetanolo

  • Cappa filtrante o cappa aspirante in cucina? Ecco le differenze

  • I metodi naturali per eliminare i fastidiosi insetti della dispensa

Torna su
TriestePrima è in caricamento