Domenica, 19 Settembre 2021
TriestePrima

Chiavegatti (Destra Sociale): «Riportare l'età pensionabile a 60 anni per tutti!»

Chiavegatti (Destra Sociale) :Trieste al 14mo posto come terza età - Riportare l'età della pensione a 60 anni per tutti.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Trieste conferma due primati : 14mo posto come terza età e 41mo posto come qualità della vita!  In questi 5 anni di mandato Cosoliniano "titino " i cittadini stanno pagando un caro scotto soprattutto le categorie più deboli dal punto di vista economico e da quello anagrafico.  Ieri mattina che ero ospite a Sveglia Trieste in onda su TELEQUATTRO ci sono state esclusivamente telefonate di richiesta aiuto supporto e noi come Destra Sociale abbiamo raccolto le segnalazioni facendomi carico direttamente con i signori che hanno telefonato del loro problema di quotidiana routine che il Comune non è stato e non vuole prendere a proprio carico. Mi domando a cosa serve lavorare fino all'età di "S.Anna residence "? 

L'età per la pensione continua a salire e i soldi a calare. É ora di dire basta! 

Grazie al progresso scientifico potremo vivere più a lungo e meglio (forse....)! E come impegneremo questi anni che ci dona la scienza?  La risposta è semplice : chi é fortunato a lavorare il resto a barcamenarsi per sopravvivere. 

Quest'anno infatti entreranno in vigore alcuni aspetti della precedente legge sul lavoro che aumenteranno l'età pensionabile in modo consistente,  soprattutto le donne. 

Questo aumento equivarrá a un conseguente innalzamento della cifra della pensione?  No, anzi,  visto che vivremo  (e lavoreremo ) più a lungo, avremo i risultati di una vita di lavoro ridotti e diluiti nel tempo. 

É così che un paese civile dà valore e ripaga i suoi onesti cittadini?  Luca Chiavegatti-2

Da quest'anno per le donne infatti verrà applicata la "schifosa " legge Fornero e saranno aggiunti quattro mesi in più DELL'ASPETTATIVA DI VITA. La nuova legge di stabilità prevede quindi l'aumento dell 'età pensionabile per le lavoratrici. In sostanza le dipendenti del settore pubblico potranno andare in pensione a 65 anni e 7 mesi, mentre per le lavoratrici del privato il primo assegno arriverà a 66 anni e un mese. Le tempistiche variano a seconda dell'anno di nascita e delle decine di anni di contributi. Ma anche per gli uomini sono in arrivo dei cambiamenti : è prevista una riduzione della quota contributiva della pensione di vecchiaia pari allo 0,99%. Di conseguenza andremo in pensione sempre più tardi e prenderemo sempre meno soldi. 

CONTINUEREMO A LASCIARE CHE I POCHI AL GOVERNO E I SINDACATI GIOCHINO CON IL NOSTRO FUTURO? 

Esempio il vergognoso "prezzolato " comportamento del Sindacato riguardo il cancro FERRIERA!!!

Ma per cambiare le cose bisogna lottare! Per vincere bisogna combattere! Per vincere bisogna scendere in piazza come il 31 gennaio in Piazza Oberdan!  Per vincere bisogna andare a VOTARE il 12 giugno! 

Eccomi quindi ad invitarVi ad agire e per il cambiamento di questa classe politica mediocre Triestina, ad entrare a far parte della Destra Sociale per far sì che nella nosta città avvenga quel necessario cambiamento che ci riporti ad essere una città con la propria IDENTITÀ e SOVRANITÀ. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiavegatti (Destra Sociale): «Riportare l'età pensionabile a 60 anni per tutti!»

TriestePrima è in caricamento