Chiavegatti (Destra Sociale): «Legge elettorale, ridatemi il proporzionale senza sbarramento»

Chiavegatti (Destra Sociale Ts ): L'É tutto sbagliato, L'É tutto da rifare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Sono consapevole di poter essere accusato di un "reato infamante ": quello di essere un nostalgico della "democrazia rappresentativa ". E lo affermo ancor più forte oggi in un Paese da un "sistema politico elettorale " inconcludente che toglie il potere al popolo, "un sistema politico" che ti mostra e  dimostra come in democrazia "si possa telematicamente buttar fuori dal proprio movimento chi non la pensa come chi lo dirige", così  come un bancario fiorentino anche lui,  Verdini, che si mette in proprio così come Fitto.

Ecco! Di fronte a queste sintesi dello "status quo politico " dell'attuale quadro nostrano, sì! Sento la necessità di uscire fuori dal coro e gridare :RIDATEMI IL PROPORZIONALE, RIDATEMI LE PREFERENZE E TUTTO SENZA SBARRAMENTO! 

Riportiamo ad essere il popolo rappresentato in parlamento,  nelle regioni, nelle province,  nei Comuni, in tutte le sue sfaccettature!  Luca Chiavegatti-2

Sento forte la necessità di un ritorno sulla scena di una forza politica patriottica, nazionalista e riformista in grado di raccogliere nuovamente intorno ad un simbolo - Destra Sociale - la bandiera italiana,  tutte le forze,  le energie,  le menti e le proposte politico - programmatiche. 

Sono troppi che abbandonano il sogno del futuro che ci appartiene,  nel corso degli ultimi anni e forse invecchiando di età  (e direi anche di animo ), si sono supinamente assecondate alle indicazioni del leader di turno pur di ottenere un minimo di visibilità,  non tanto per la politica ma quanto "meramente personale " e in questo Trieste docet!

Eppure la sensazione  (sarà pur sbagliata,  ma non credo ) è che questo Paese senta la nostalgia della presenza di una forza politica patriottica,  nazionalista e riformista in grado di far rinascere realmente quell'orgoglio non "di facciata " di ESSERE ITALIANI.

Ma per VINCERE bisogna essere UNITI e COMBATTERE!  

Torna su
TriestePrima è in caricamento