Chiavegatti (Destra Sociale): «Trieste invasa dal comunitarismo, è ora di ribellarci»

Chiavegatti (Destra Sociale TS): contro l'assedio di Trieste da parte del communitarismo. La libertà si difende! Destra Sociale Trieste ha bisogno di TE....

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Vale la pena di ripeterlo. l'Italia ha 60 milioni di abitanti su una superficie di 300mila chilometri quadrati ed è sotto assedio da parte del mundialismo e del communitarismo, con una "quinta colonna" che lavora per loro all'interno del Paese. Nemici attivi e convinti che hanno cominciato il loro attacco sin dal 1946.

Non esiste nessun stato al mondo a dover reggere una simile ostilità che ha visto l'incarcerazione e l'assassinio di coloro che invece volevano difenderlo.

Trieste è sotto assedio. Un assedio che mette insieme livelli, soggetti, strategie diverse. Un assedio in buona parte immateriale, giocato sul piano delle leggi create ad hoc e dall'informazione asservita al nemico (governo). Un assedio al quale alcuni uomini e donne patrioti, come il sottoscritto, resistono da anni.

Oggi alcuni di questi uomini e queste donne si sono dati una "direzione politica realista", Destra Sociale Trieste. In questo movimento mettono la loro esperienza, la creatività, la fantasia, la cultura, l'intraprendenza per arrivare al cambiamento.

Hanno deciso fare "Fronte" per rendere vana la minaccia, a fare nuovamente dell'Italia - di Trieste - il paese - la città - più prospero - più prospera - e sicuro - e sicura - dell'Occidente.

Ricordate che la nostra comune libertà si difende!!!

Eccomi quindi oggi invitarVi alla militanza, alla mobilitazione per far sì che a Trieste avvenga  quel necessario cambiamento che ci riporti ad essere presenti con la nostra identità e sovranità.

Ecco perchè vi chiedo di aderire, tesserandovi, all'opposizione.... di aderire a Destra Sociale!

Adesione tramite contatto: chiavegattil@gmail.com

PRIORITA' ASSOLUTA ESPELLERE I CLANDESTINI PRIMA CHE CI DISTRUGGANO

Torna su
TriestePrima è in caricamento