rotate-mobile
TriestePrima

"A Trieste sognando la maglia azzurra, ho i brividi”

Questa domenica la 20^ Corri Trieste, al via si rivede l’azzurro olimpico a Tokyo 2020 e medaglia di bronzo di maratona agli europei 2018 (oro a squadre) assente dalle gare per un grave infortunio. Oltre alla vittoria sogna qualcosa di grande nel suo futuro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

TRIESTE – Ventesima edizione della Corri Trieste al via, 8 velocissimi giri da 1,250 metri cadauno con percorso totalmente chiuso al traffico, da correre al massimo delle proprie possibilità. Come fosse uno stadio, una pista d’atletica per questo evento inserito nel calendario nazionale Fidal e organizzato da ASD Promorun con la collaborazione di Comune di Trieste, Regione Friuli-Venezia Giulia. Partenza e arrivo avranno sullo sfondo la centralissima Piazza Venezia dalla quale si correrà su due rettilinei attraversando il centro della città per poi affacciarsi sul mare. Oltre 300 i partecipanti iscritti tra competitivi e non competitivi della Ten, lo scorso anno il vincitore keniano Dickson Simba Nyakundi aveva fatto segnare il crono di 28’47”, aggiudicandosi il settimo miglior tempo di gara 10k su suolo italiano.

Yassine Rachik

Pettorale numero 1 per questa 20^ Corri Trieste per l’azzurro olimpico di maratona Yassine Rachik (Fiamme Oro Padova), più volte presente e sul podio alla Corsa dei Castelli di Trieste, l’altra manifestazione organizzata da Promorun che si svolge ad ottobre. Nel palmarès di Rachik il titolo di campione italiano 5000 m del 2016, una medaglia di bronzo ai Campionati Europei U20 nei 10000m nel 2015, la medaglia di bronzo ai Campionati Europei di Berlino 2018 nella maratona ed il nono posto alla maratona di Londra del 2019 con 2h08’05”, suo pb, a soli 46 secondi dall’attuale primato italiano maschile. Nei 10km su strada Rachik può vantare un personale di 28’45” fatto registrare a Dalmine nel 2017. Per Yassine che ha già gareggiato due settimane fa vincendo la 10 Miglia Normanna di Aversa in 48’03” è una conferma del ritorno alle gare di alto livello dopo due lunghi anni di assenza a causa di diversi infortuni: “Sì alla 10 Miglia Normanna sono tornato in gara e l’ho fatto vincendo e questo mi ha dato subito grande energia – fa sapere Rachik - Dopo questi anni dove mi era impossibile correre per via di diversi infortuni ora tornare a correre a Trieste è come tornare a casa, è sempre bello correre lì tra amici e ringrazio gli organizzatori per l’invito”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Trieste sognando la maglia azzurra, ho i brividi”

TriestePrima è in caricamento