Cronaca

Venerdi' 17 febbraio...M'Illumino di meno

Anche il Comune di Trieste aderirà venerdì 17 febbraio a “M’illumino di meno 2012”, giornata del risparmio energetico proposta dal programma Caterpillar di Radiodue. La conferma e le modalità dell’adesione sono state illustrate oggi (lunedì 13...

Anche il Comune di Trieste aderirà venerdì 17 febbraio a "M'illumino di meno 2012", giornata del risparmio energetico proposta dal programma Caterpillar di Radiodue.
La conferma e le modalità dell'adesione sono state illustrate oggi (lunedì 13 febbraio), nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nella sala giunta del municipio, dall'assessore all'Ambiente Umberto Laureni e dal dirigente della divisione energia e illuminazione di AcegasAps Massimo Carratù.
Partecipando per l'ottava volta a questa iniziativa -ha spiegato l'assessore Laureni- "abbiamo inteso dare un segnale importante di quello che si potrebbe fare in termini di risparmio energetico spegnendo l'interruttore".

Nel ricordare l'impegno del Comune di Trieste su altri analoghi e virtuosi percorsi (ad esempio la raccolta differenziata), l'assessore Laureni ha ribadito come "tutti, ma in particolare gli enti pubblici, sono chiamati a dare un segnale virtuoso".
Nello specifico dal pomeriggio di venerdì 17 febbraio alla mattina del 18 saranno oscurate 5 "fiamme" di piazza Unità, il Palazzo degli Incanti, Monte Grisa, la colonna di piazza Goldoni e piazza Vittorio Veneto.
Inoltre l'amministrazione comunale (attraverso comunicati inseriti nella retecivica e nella pagina intranet) inviterà i cittadini ad adottate (per il 17 ma non solo) comportamenti corretti volti a razionalizzare i consumi energetici (ad esempio spegnendo le luci quando non servono e a non lasciare continuamente in stand by gli apparecchi elettronici), ma anche a ridurre i rifiuti favorendo la raccolta differenziata e a porre attenzione all'importanza del riciclo e del riuso oltre che allo spreco di cibo. Il Comune di Trieste inviterà ancora i propri dipendenti a sfruttare, per quanto compatibile con le esigenze, l'orario elastico al fine di utilizzare la luce naturale e ancora ad abbassare, sempre per quanto possibile, il riscaldamento, oltre a spegnere le luci e le apparecchiature elettroniche quando non sono indispensabili.
"Efficienza energetica -ha detto a sua volta Massimo Carratù di AcegasAps- vuol dire fare le stesse cose di prima utilizzando meno energia. Trieste è altamente avanti in termini di efficienza luminosa, con una crescita del 30%", basti pensare che "le lampade ad alta efficienza, che sostituiscono la vecchia tecnologia, sono ormai il 94% di quelle istallate in città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venerdi' 17 febbraio...M'Illumino di meno

TriestePrima è in caricamento