menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

18 mila euro donati al Burlo, Telesca: «Grande cuore degli Alpini, ospedali infantile eccellenza»

Così l'assessore regionale Maria Sandra Telesca ha definito la donazione di 18 mila euro che l'Associazione nazionale alpini (Ana) di Buttrio ha donato al Burlo Garofolo di Trieste

"Un perfetto connubio tra sport, solidarietà e salute". Così l'assessore regionale Maria Sandra Telesca ha definito la donazione di 18 mila euro che l'Associazione nazionale alpini (Ana) di Buttrio ha donato al Burlo Garofolo di Trieste.

La cifra è stata raccolta in occasione dell'edizione 2015, la decima, della staffetta a squadre "24 ore di Buttrio", organizzata dagli alpini in collaborazione con la Podismo Buttrio e con altre realtà sportive e non del territorio. Il ricavato è stato destinato alla ristrutturazione del pronto soccorso pediatrico dell'ospedale infantile triestino per il quale sono stati rinnovati gli arredi e acquistati due lettini da visita e un monitor per la rilevazione dei parametri vitali.

"Un bell'esempio di come si possa lavorare insieme per il bene della comunità regionale" ha affermato l'assessore regionale alla Salute nel corso della presentazione dell'iniziativa. "In Friuli Venezia Giulia ci sono dei valori e delle strutture che vanno valorizzate proprio attraverso la collaborazione e la cooperazione. Lasciamo che la competizione sia prerogativa dello sport". "Il Burlo è un'eccellenza della nostra sanità, al di là di particolarismi a cui sarebbe opportuno rinunciare per il bene di tutti" ha concluso Telesca.

"Questa struttura è un punto di riferimento per il materno-infantile, al di là di sterili polemiche".

Alla manifestazione di oggi hanno preso parte il presidente regionale del Comitato olimpico nazionale Giorgio Brandolin, l'assessore allo Sport della Provincia di Udine Beppino Govetto, il sindaco di Buttrio Giorgio Sincerotto, i presidente delle sezioni Ana di Udine e Trieste, Dante Soravito De Franceschi e Fabio Ortolani, il direttore sanitario del Burlo Garofolo Adele Maggiore e il direttore della Pediatria d'urgenza e pronto soccorso pediatrico Dino Barbi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento