Cronaca

25 aprile, commemorazione in Risiera a porte chiuse

La commemorazione dovrà svolgersi in forza delle disposizioni di legge attinenti all'attuale emergenza da Covid-19. Accesso consentito alle sole Autorità istituzionali

Foto Aiello

Quest’anno la commemorazione del 75esimo anniversario della Liberazione e dei Caduti della Resistenza dovrà svolgersi in forza delle disposizioni di legge attinenti all'attuale emergenza da Covid-19, alla circolare del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri on. Riccardo Fraccaro e a seguito di quanto deciso nella riunione del Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica svoltasi questa mattina in video conferenza con la Prefettura di Trieste. L' accesso al Monumento Nazionale della Risiera di San Sabba sarà pertanto consentito esclusivamente alle sole Autorità istituzionali che saranno rappresentate dal Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza assieme ai cinque Sindaci dei Comuni di Duino Aurisina, Monrupino, Muggia, San Dorligo della Valle-Dolina e Sgonico, dal Prefetto di Trieste Valerio Valenti, dal Governatore della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, da sei rappresentanti del Comitato per la Difesa dei Valori della Resistenza e da un rappresentante della Comunità Slovena. La commemorazione si terrà il 25 aprile alle ore 11 alla Risiera di San Sabba, durante la quale è prevista da parte delle Autorità la deposizione di una corona in omaggio ai Caduti della Resistenza, cui seguirà la lettura di un breve messaggio condiviso da tutti i Sindaci, sia in italiano che in sloveno.

La commemorazione del 25 aprile 2019, prima del Covid-19

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 aprile, commemorazione in Risiera a porte chiuse

TriestePrima è in caricamento