Cronaca

I sindaci della provincia di Trieste assieme nell'omaggio ai caduti

Questa mattina i primi cittadini dei sei comuni del territorio provinciale hanno deposto delle corone all'interno di due lunghi itinerari

Per onorare e ricordare tutti i caduti, i sindaci dei sei Comuni della Provincia di Trieste hanno ripercorso insieme l'itinerario che tocca alcune delle tappe simboliche della memoria storica, del dolore e delle tragedie delle nostre terre. Guidata dal sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, assieme ai colleghi primi cittadini di Duino-Aurisina, Sgonico, Monrupino, San Dorligo della Valle-Dolina e Muggia, la delegazione istituzionale ha reso omaggio oggi giovedì 31 ottobre a luoghi simbolo come piazza Marconi a Muggia, il Parco della Memoria a Dolina, la Risiera di San Sabba, il monumento ai fucilati del 1930 e la Foiba a Basovizza, il poligono di Villa Opicina, la foiba di Monrupino, il monumento alle vittime del fascismo a Zolla/Col, il monumento davanti al municipio di Sgonico e al monumento a tutti i caduti di Aurisina Cave e quello ai caduti di Aurisina Paese. 

Il secondo itinerario

Con un secondo itinerario, sempre questa mattina, una delegazione guidata dall’assessore comunale Michele Lobianco è partita, da piazza Piccola e ha raggiunto il Cimitero austro-ungarico di Prosecco e poi il Cimitero di Sant’Anna (cippo rastrellatori, monumento ai caduti, braciere e le tombe dei sindaci Spaccini, Bartoli, Franzil, Miani, Rossi, Agnelli e Cecovini), il Cimitero di Servola (stele alle vittime del bombardamento del 20 aprile 1916), per proseguire poi in viale D’Annunzio 6 (targa Beltramini caduto 3 novembre 1945), nel piazzale della Rimembranza a San Giusto (lapide ai Caduti Triestini dell’Esercito e della Marina imperiale austro-ungarica, sul muraglione del Castello), per fare infine ritorno in piazza Unità d’Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindaci della provincia di Trieste assieme nell'omaggio ai caduti

TriestePrima è in caricamento