Cronaca Altura - Cattinara - Campanelle / Località Cattinara

"Vaccinato con due dosi il 40% della popolazione Asugi, servono più adesioni" l'appello della Regione

Poggiana: “Il 57% ha avuto la prima dose”. Riccardi: "In regione adesione di poco superiore al 60% e siamo in fondo alla classifica per sanitari vaccinati. Lo 0,1% delle persone immunizzate con due dosi è stato ricontagiato"

"Quasi tutte le vaccinazioni che stiamo effettuando sono seconde dosi, le prime sono sempre di meno. Abbiamo superato il 57% di popolazione Asugi con la prima dose e il 40% con vaccinazione completa. Se continuassimo con questo ritmo, in ottobre raggiungeremmo l'80%, ma non ci mancano né vaccini né personale, ci mancano le persone da vaccinare". Questi i dati comunicati dal direttore generale di Asugi Antonio Poggiana a margine della cerimonia di ringraziamento agli specializzandi e agli studenti del corso di Medicina e Chirurgia Asugi che hanno dato il proprio contributo alla campagna di vaccinazione lavorando nei centri vaccinali di Trieste e Gorizia.

"Purtroppo - ha spiegato l'assessore Riccardi - in regione l'adesione è di poco superiore al 60% e inferiore rispetto ad altre regioni d'Italia. Anche se siamo ai vertici della classifica per personale scolastico vaccinato siamo in fondo per quanto riguarda i sanitari, anche se i numeri si stanno riducendo. Nelle aziende sanitarie del Fvg, ora sono oltre 1350 i sanitari non vaccinati. In aprile erano 5mila".  

L'assessore alla Salute ha poi comunicato alcuni dati a sostegno dell'efficacia del vaccino: "Da gennaio a oggi abbiamo somministrato la seconda dose a 400mila persone. Di queste sono state contagiate 446 (lo 0,1%), delle quali 35 hanno avuto bisogno di una risposta ospedaliera (sotto lo 0,01% dei vaccinati). Nessuno di loro è finito in terapia intensiva. Sono numeri che parlano da soli".

"E' necessario - conclude Riccardi - che ognuno faccia la propria parte perché il vaccino non serve solo a chi lo riceve, e la libertà personale finisce dove inizia la libertà degli altri", esortando ogni cittadino a fare la sua parte "cercando di convincere quante più persone possibili a fare la scelta giusta" poiché "il moltiplicarsi delle varianti dimostra che quanto più il contagio va avanti, tanto più difficile diventa il suo contenimento".

Covid, Riccardi: "Giovani sanitari siano testimoni dell'importanza del vaccino"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vaccinato con due dosi il 40% della popolazione Asugi, servono più adesioni" l'appello della Regione

TriestePrima è in caricamento