Cronaca

Oltre 600 persone controllate dalla Polizia Ferroviaria: l’operazione “Alto Impatto”

Non sono state rilevate irregolarità né infrazioni a testimonianza del buon livello di sicurezza raggiunto nella stazione del capoluogo giuliano ed anche le norme e le regole comportamentali, volte ad evitare il propagarsi dell’epidemia

Oltre 600 persone controllate e centinaia di bagagli ispezionati: questo il bilancio dell’operazione “Alto Impatto” che ha visto impegnati decine di agenti delCompartimento Polizia Ferroviaria per il Friuli Venezia Giulia, nella stazione ferroviaria di Trieste Centrale. Attivià che si è svolta con l’ausilio delle unità cinofile messe a disposizione dalla Guardia di Finanza di Trieste, con l’obiettivo di effettuare controlli ai viaggiatori, ai bagagli custoditi nel locale deposito, nonché a quelli dei passeggeri in transito.

Non sono state rilevate irregolarità né infrazioni a testimonianza del buon livello di sicurezza raggiunto nella stazione del capoluogo giuliano ed anche le norme e le regole comportamentali, volte ad evitare il propagarsi dell’epidemia in atto, sono state rispettate senza destare problema alcuno.

Sotto il coordinamento, a livello nazionale, del Servizio Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno, l’operazione “Alto Impatto” rientra tra le iniziative volte a garantire la tutela dei viaggiatori e la sicurezza del trasporto ferroviario prevenendo ogni possibile azione improntata all’illegalità attraverso mirati controlli nelle maggiori stazioni italiane, tra cui quella della città di Trieste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 600 persone controllate dalla Polizia Ferroviaria: l’operazione “Alto Impatto”

TriestePrima è in caricamento