Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Via Giulia

Non paga il biglietto e scappa: 80enne ferisce lievemente due controllori

E'successo sulla linea 6 vicino al giardino pubblico. Trieste Trasporti conferma l'intenzione di contrastare con ogni mezzo il fenomeno dell’evasione: nei primi 6 mesi del 2019 sanzioni aumentate del 35% (oltre 770)

Foto: Aiello

Un ottantenne senza biglietto tenta la fuga sull'autobus numero 6 e ferisce lievemente due verificatori della Trieste Trasporti. È successo ieri pomeriggio in prossimità del Giardino pubblico: l’uomo, extracomunitario, è stato invitato a esibire un documento ma alla fermata di via Giulia, ha spintonato i passeggeri e ha fatto cadere dalla porta centrale uno dei due verificatori. Una volta a terra ha strattonato anche il secondo verificatore e ha tentato di scappare.

La chiamata alla Polizia

Gli addetti di Trieste Trasporti hanno invitato l'uomo a fermarsi e hanno nel frattempo allertato la polizia, che è immediatamente intervenuta sul posto. Il trasgressore è stato identificato e accompagnato in Questura. Entrambi i verificatori, con contusioni e piccole ferite, sono stati visitati e medicati presso l’ospedale di Cattinara.

La nota di Trieste Trasporti

Trieste Trasporti esprime loro vicinanza e solidarietà e augura a entrambi una pronta guarigione. L’azienda si riserva di agire in sede civile e penale nei confronti del trasgressore qualora se ne ravvisassero i presupposti. Anche dopo questo ennesimo atto, Trieste Trasporti conferma la propria più ferma intenzione a contrastare con ogni mezzo il fenomeno dell’evasione tariffaria.

Sanzioni aumentate del 35%

Nei primi 6 mesi del 2019 sono state elevate 7.716 sanzioni, il 35 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, e nei giorni scorsi sono partite le prime 625 ordinanze di ingiunzione ai clienti morosi sanzionati fra settembre 2018 e aprile 2019. L’importo dovuto per ciascuna ingiunzione sarà mediamente di 400 euro, contro i 70 euro della sanzione originaria prevista per chi viaggia senza biglietto o senza abbonamento. Le persone sanzionate avranno 30 giorni di tempo per saldare l’obbligazione. Nel caso non lo facessero, dal giorno successivo si attiverà una procedura al cui esito sarà emesso un atto di pignoramento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non paga il biglietto e scappa: 80enne ferisce lievemente due controllori

TriestePrima è in caricamento