Trasferimento di reparti da Gorizia a Monfalcone, la smentita di Asugi: "Fake news"

Con una nota stampa ASUGI smentisce la notizia circolante sui social per cui sarebbero stati trasferiti diversi reparti dall’ospedale di Gorizia a quello di Monfalcone per attivare solo reparti Covid a Gorizia

ASUGI smentisce la notizia circolante sui social per cui sarebbero stati trasferiti diversi reparti dall’ospedale di Gorizia a quello di Monfalcone per attivare solo reparti Covid a Gorizia. Come già precisato con una nota del 20 marzo, per affrontare l’emergenza sono state attuate alcune modifiche organizzative indispensabili ad assicurare l’emergenza COVID-19 e nel frattempo garantire le attività dello stesso ospedale. Presso il San Giovanni di Dio quindi sono stati riconvertiti i posti letto di cardiologia in posti attrezzati per Covid. In questo modo sono stati assicurati a Gorizia 16 posti. A garanzia del contenimento dell’infezione, sono stati distinti percorsi per i pazienti Covid e altri pazienti.

Si ricorda che il coordinamento e quindi le decisioni per l’occupazione dei 16 posti letto a Gorizia è di pertinenza della programmazione regionale anche a seguito della saturazione dei posti di Trieste e Udine e senza distinzioni. Infine, le urgenze sia chirurgiche che cardiologiche sono dirottate all’ospedale di Monfalcone

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento