Venerdì, 19 Luglio 2024
L'evento

A Trieste il G7 dell'istruzione, al via i lavori

Questa mattina si aprono i lavori del G7 dell'istruzione. Presenti in città i ministri dei governi più importanti del pianeta

TRIESTE - E' partito ufficialmente ieri sera con la cena di gala al castello di Miramare, ma oggi il G7 dell'istruzione entra nel vivo. Secondo il programma previsto il ministro Valditara accoglierà le delegazioni alle 8:30 all'ingresso del palazzo della Regione, in piazza Unità d'Italia. Nel pomeriggio, alle 16.40, è poi previsto un punto stampa del ministro del governo Meloni. Il vertice proseguirà anche sabato. A Lignano Sabbiadoro, come riporta Ansa, è in corso l'iniziativa innovativa, didattica e formativa per i giovani "YoungG7 for education", con in programma vari laboratori di formazione. 

La città entra ufficialmente in zona rossa. Ecco nel dettaglio a cosa si andrà incontro in occasione della due giorni triestina. 

Viabilità a terra

  • divieto di transito veicolare fino a cessate esigenze per tutti i veicoli lungo la diramazione laterale di viale Miramare, tra il bivio di Miramare/Strada Costiera e l'ingresso al castello di Miramare “Porta della Bora”;
  • divieto di transito veicolare dalle ore 7 di venerdì 28 giugno 2024 a sabato 29 giugno 2024 e fino a cessate esigenze per tutti i veicoli lungo le rive triestine nel tratto di riva del Mandracchio – riva Caduti per l'italianità, riva Tre Novembre, tra l'intersezione con via Felice Venezian e l'intersezione con piazza Nicolò Tommaseo nonché in via di Mercato Vecchio, tra l'intersezione con riva Del Mandracchio e l'intersezione con via Luigi Cadorna;
  • divieto di transito veicolare dalle ore 9 di sabato 29 giugno 2024 fino a cessate esigenze per tutti i veicoli lungo la direttrice piazza Nicolò Tommaseo – via del Canal Piccolo – piazza della Borsa, tra l'intersezione con rive Tre Novembre e l'intersezione con via Roma /corso Italia.

Il traffico marittimo

Ma le modifiche (e le eventuali deroghe) si sono rese necessarie anche per quanto riguarda il traffico a mare. La Capitaneria di porto ha quindi emesso una ordinanza che spiega i cambiamenti in occasione del G7. 

  • Dalle ore 12.00 del 27 giugno 2024 alle ore 17.00 del 29 giugno 2024, negli specchi acquei del bacino San Giorgio, bacino San Giusto, bacino San Marco e Sacheta, è interdetta la navigazione a qualsivoglia unità navale, fatte salve le deroghe. Nelle stesse aree è vietata qualsiasi ulteriore attività di superficie o subacquea.
  • In particolare, dalle ore 16.00 alle ore 21.00 del giorno 27 giugno 2024, nel bacino Sacheta non sarà consentito alcun movimento di unità da diporto o qualsivoglia altro tipo di natante. Nella stessa area è vietata qualsiasi ulteriore attività di superficie o subacquea.
  • Dalle ore 18.00 alle ore 23.59 del 27 giugno 2024 nello specchio acqueo antistante l’Area Marina Protetta di Miramare, comprensivo della zona di riserva integrale e di parte della cosiddetta zona buffer, oltre ai divieti già operanti, è vietata la navigazione ed ogni altra attività di superficie e subacquea.
  • Le unità che ormeggiano nel bacino Sacheta del porto di Trieste, potranno effettuare le manovre di uscita ed ingresso dai/ai propri ormeggi, navigando, all’uscita del bacino nel tratto di mare adiacente a porto lido e dirigendosi successivamente verso il mare aperto;
  • Le unità che ormeggiano nel bacino San Giorgio e nel canale Ponterosso, potranno effettuare le manovre di uscita ed ingresso dai/ai propri ormeggi, navigando, all’uscita del bacino/canale nel tratto di mare adiacente alla testata del molo IV e dirigendosi successivamente verso il mare aperto continuando a navigare in prossimità del fanale rosso della diga antistante il Punto Franco Vecchio;
  • Le unità che effettuano il Trasporto Pubblico di linea in ambito locale/regionale, dovranno utilizzare quale accosto per l’imbarco/sbarco dei passeggeri il lato nord del molo IV del porto di Trieste.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Trieste il G7 dell'istruzione, al via i lavori
TriestePrima è in caricamento