Torna Legiomania, tre giorni di arti e mestieri nella Tergeste romana

Da venerdì 27 a domenica 29 dimostrazioni in costume d'epoca, esibizioni gladiatorie e momenti didattici e culturali.

Con “Legiomania a Tergeste 2019” si ripresenta, per la sua terza edizione, una “tre giorni di arti, mestieri, vita quotidiana e combattimenti nella Tergeste romana”, fatta di dimostrazioni in costume d'epoca ed esibizioni gladiatorie, ma anche, e forse soprattutto, di momenti didattici e culturali, che fin dal suo esordio nel 2017 e ancor più l'anno scorso aveva richiamato un grande interesse da parte dei cittadini come pure dei turisti.

La manifestazione, organizzata dal Comune di Trieste e dalla “Wavents - events & services Srl” di Venezia, in collaborazione con i “rievocatori” della “Legio I Italica” e la partecipazione dell’associazione gladiatoria “Ars Dimicandi”, si svolgerà in quest'ultimo fine settimana di settembre, da venerdì 27 a domenica 29, e avrà come “base centrale” il Civico Museo d’Antichità “J.J. Winckelmann” di San Giusto (piazza della Cattedrale 1 - via della Cattedrale 15; già Civico Museo di Storia e Arte) e, in particolare, il suo “Giardino del Capitano” al cui interno verrà allestito un vero e proprio accampamento romano. E sarà qui – come è stato spiegato nell'odierna conferenza stampa di presentazione a Palazzo Gopcevic, con gli interventi dell'Assessore comunale alla Cultura Giorgio Rossi, della Direttrice del Servizio Musei e Biblioteche del Comune Laura Carlini Fanfogna e del presidente della società “Wavents” Massimo Andreoli - che i legionari daranno dimostrazione di come 2000 anni fa vivevano, si addestravano e si preparavano alla battaglia. L’accampamento sarà arricchito da una serie di aree didattiche che coinvolgeranno il pubblico in una piena immersione nel modo antico: cucina, oreficeria e lavorazione dell’ambra, scrittura, astronomia e strumenti scientifici, i giochi degli adulti e dei bambini, religione, marineria, armi e armature, equipaggiamento dei legionari in assetto di marcia, nonché vesti, ornamenti e oggetti del mondo femminile. Ma Legionari e Gladiatori animeranno in parte anche il centro storico. Infatti, ad aprire, alle ore 10, entrambe le giornate di sabato e domenica vi sarà un corteo in abiti storici che, partendo dal Museo, si snoderà lungo via della Cattedrale, passando per la scalinata davanti a Santa Maria Maggiore e poi per piazza Piccola, fino a piazza dell’Unità. Chiuderà la manifestazione, domenica 29 settembre, alle ore 17, l'importante conferenza illustrativa che sarà tenuta, ancora al “Winckelmann”, dal dott. Miha Franca, archeologo e presidente dell’Associazione Culturale “Vespasjan” di Lubiana sul tema “Per le strade romane da Ad Pirum a Emona - Archeologia sperimentale: marciare come legionari romani”.

2019_36781stampa(1)-2

““Legiomania a Tergeste 2019” ci promette, ancora una volta e ancor più che in precedenza – ha esordito l'Assessore alla Cultura Giorgio Rossi -, un appassionante viaggio in un capitolo importante e del tutto speciale della storia della Città di Trieste. Che potremo apprezzare e approfondire grazie a una nutrita serie di appuntamenti e iniziative di alto livello culturale, curata nei minimi dettagli da associazioni formate da veri professionisti e autentici appassionati di storia”.

La direttrice del Servizio Musei e Biblioteche Laura Carlini Fanfogna, dal canto suo, dopo aver ringraziato anche tutti i funzionari e il personale comunale che vi ha collaborato (in primis i responsabili dei Musei storici e artistici Stefano Bianchi, del Museo “Winckelmann” Marzia Vidulli e dell'amministrazione dei musei Alessia Neri), ha definito “Legiomania” come “una manifestazione di grande pregio e livello culturale, che ha saputo, già nelle precedenti edizioni, fortemente attrarre i triestini, e non solo per le sue espressioni esteriori pur pregevoli e ricche di affascinanti dettagli (le sfilate, i costumi ecc.) ma piuttosto per il notevole spazio dedicato agli approfondimenti storico-informativi e didattici che hanno destato il più vivo interesse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, il presidente della “Wavents” Massimo Andreoli, anche nella sua veste di presidente del Consorzio Europeo di Rievocazioni Storiche, ha lanciato un appello a tutti i cittadini a venire a San Giusto, come pure a seguire i due cortei di sabato e domenica verso piazza dell'Unità, “per conoscere e ritrovare vita e abitudini quotidiane dei nostri predecessori, e con l'occasione pure riscoprire un bellissimo museo triestino quale è il “Winckelmann” di San Giusto”. Appuntamento dunque in piazza della Cattedrale, da venerdì 27, ore 14, e poi nelle giornate successive, per incontrare da vicino la Tergeste dei Romani, sempre con ingresso gratuito. (ulteriori informazioni su www.museostoriaeartetrieste.it e su www.legio-i-italica.it )

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, spopola sul web il nuovo grafico di un ricercatore di Trieste

  • Nuova ordinanza Fvg: confermato blocco fino a Pasquetta e obbligo di mascherine e guanti nei supermercati

  • Coronavirus, in Fvg cala il numero dei contagiati e cresce quello dei guariti

  • Il virus in Fvg non si ferma: 114 nuovi positivi e sette decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Trieste tra le città più colpite del Nordest

Torna su
TriestePrima è in caricamento