rotate-mobile
L'annuncio

I No Ovovia portano in tribunale l'opera, in arrivo due esposti

La decisione è stata annunciata nella mattinata di oggi 20 settembre da William Starc. "La misura è colma"

TRIESTE - Il Comitato No Ovovia presenterà due esposti contro l'opera voluta dal Comune di Trieste, rispettivamente alla Corte dei conti e alla magistratura ordinaria. La decisione è stata annunciata dal sodalizio nella mattinata di oggi 20 settembre, in occasione di una conferenza stampa convocata presso il Circolo della stampa. "È arrivato il momento che l'opera venga discussa in altre sedi" ha affermato William Starc, intervenuto assieme all'ex rettore dell'Università degli studi di Trieste Maurizio Fermeglia e alla portavoce dei residenti Elena Declich

"A tutela della città, dei triestini e dell'ambiente è venuto il momento di dire che la misura è colma. Non avremmo mai voluto arrivare a questo punto, ma non siamo mai stati invitati al confronto". Il Comitato ha condiviso la risposta del ministero per l'Ambiente alla Regione in merito alla realizzazione di un impianto a fune all'interno di una zona a protezione speciale. "Il ministero ha risposto che sono esclusi dalle zone di Natura 2000. Voleva dire che qualcuno sapeva. Ora dovranno pensarci molto bene ad intraprendere ogni ulteriore azione". Tra il pubblico presenti i consiglieri regionali Roberto Cosolini (Pd) e Andrea Ussai (MoVimento Cinque Stelle). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I No Ovovia portano in tribunale l'opera, in arrivo due esposti

TriestePrima è in caricamento