Classifica migliori università: l'UniTs rimane nel novero dei migliori atenei italiani

Secondo i dati della nuova classifica Censis delle Università italiane (edizione 2020/2021), il nostro ateneo si conferma un’Università di elevata qualità

Foto Aiello

L'Università di Trieste rimane nel novero dei migliori atenei italiani e si conferma un’Università di elevata qualità, ha commentato così il Rettore Roberto Di Lenarda i dati della nuova classifica Censis delle Università italiane (edizione 2020/2021), pubblicata il 13 luglio 2020. Pur arretrando di un posto, dal terzo al quarto nella classifica degli atenei medi statali (da 10.000 a 20.000 iscritti), secondo la nuova classifica, l'ateneo giuliano incrementa di 2,1 punti comunque il suo punteggio assoluto raggiungendo un punteggio di 93,3 complessivo, che la porta ad essere, in termini assoluti il 6° ateneo italiano, a prescindere dalle dimensioni. Un incremento notevolissimo lo ha dimostrato l’indicatore "Comunicazione e servizi digitali", passando da 98 a ben 106 punti, punteggio che, con quello relativo a "Occupabilità", salito da 89 a 95, è tra i risultati migliori ottenuti dall'Università triestina. Un positivo miglioramento si è altresì registrato con le "Borse di studio", da 89 a 91, mentre per i “Servizi”, si è mantenuto stabile il dato rilevato. Punteggi, comunque, tutti molto elevati e ben al di sopra delle medie nazionali.

Nella graduatoria per punteggi assoluti, infatti, l'Università di Trieste mantiene la sesta posizione nazionale, sul novero di 51 atenei statali censiti nella classifica Censis, prima tra gli Atenei delle Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto. E' invece la nona università nazionale (lo scorso anno ottava), se si aggiungono anche gli atenei non statali o privati, che portano però il totale delle università considerate a ben 67 atenei. In ogni caso quindi, l'università giuliana è sempre fra le 10 migliori del Paese. Per quanto riguarda i corsi di studio (Lauree triennali), UniTs passa quest’anno alla 2^ posizione assoluta nazionale per il settore Linguistico, con un punteggio di 108,0 (anno scorso 109,5) perdendo il primato assoluto, ma mantenendo comunque il proprio ruolo di eccellenza nazionale, come da tradizione, nelle classifiche per l’insegnamento delle lingue straniere. UniTS mantiene, inoltre, un risultato ragguardevole con il terzo posto assoluto del gruppo Socio-Politico per le lauree triennali. A livello nazionale, sale di un posto, guadagnandosi la 5^ posizione generale (a pari merito con Modena e Reggio Emilia), il gruppo Economico per le lauree triennali.

Sempre nell’ambito delle lauree triennali troviamo buoni piazzamenti (tra i primi dieci posti) per i gruppi Psicologico (7°), Scientifico (7°), Medico-sanitario e farmaceutico (8°), Ingegneria Industriale e dell’Informazione (8°) e Letterario-Umanistico (8°). Per le lauree magistrali biennali ottengono entrambi un egregio 5° posto i gruppi Psicologico e Scientifico. Confermano un ottimo risultato i corsi di Architettura che si tengono nella vicina città di Gorizia, mantenendo il 2° posto nazionale per la laurea magistrale a ciclo unico di Architettura. Buoni piazzamenti per le lauree magistrali a ciclo unico anche per i gruppi Farmaceutico e Farmaceutico Industriale (5°), Giurisprudenza ( 8°), Medicina e Chirurgia (9°) e Odontoiatria e protesi dentaria (10°) a livello nazionale. Per tutti i risultati e gli approfondimenti si veda qui: https://www.censis.it/formazione/la-classifica-censis-delle-universit%C3%A0-italiane-edizione-20202021-0 Per maggiori informazioni sui posizionamenti dell'Università di Trieste nelle classifiche nazionali e internazionali, visita la pagina Ranking https://www.units.it/Node/1719

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento