Il teatro Verdi presenta la nuova stagione: si inizia con "La Traviata"

Il Soprintendente Stefano Pace: "La capienza della sala è ancora limitata a 550 spettatori".

Foto Aiello

Anche il Teatro Verdi è pronto a ripartire. "Dopo i tredici appuntamenti della programmazione estiva - ha dichiarato Il Soprintendente della Fondazione Teatro lirico "Verdi" di Trieste, Stefano Pace -, la Fondazione, per la nuova stagione, proporrà al pubblico un modo di pensare alternativo alle tradizionali stagioni precedenti al Covid-19 attraverso un percorso che procederà per tappe successive, la prima delle quali si concluderà immediatamente dopo Capodanno". Tutti i sei concerti, infatti, verranno proposti in turno unico e senza intervallo; e tutti tranne il terzo, programmato di venerdì alle 20.30, si terranno la domenica alle ore 18.00. Saranno invece sei, come in passato, le repliche dell’opera e del balletto.

L'Attività Artistica Autunno 2020 comprende un'opera lirica (dall’11 al 19 dicembre) ovvero La Traviata di Giuseppe Verdi e un balletto, Il lago dei Cigni di Cajkovskij, dal 29 dicembre al 2 gennaio. Sono inoltre previsti, da gennaio a giugno, sei concerti sinfonici, il primo domenica 13 settembre, con l'orchestra e il coro della Fondazione Teatro lirico Verdi di Trieste diretto da Francesco Ivan Ciampa, con musiche di Verdi, Cilea, Massenet, Giordano e Puccini, per proseguire domenica 27 settembre, sotto la direzione di Sergej Krilov, con musiche di Cajkovskij, Rossini, Paganini e Mendelssohn e altri. L'ultimo appuntamento è previsto per domenica 22 novembre con il maestro Gianluigi Gelmetti che eseguirà il Requiem op. 48 di Fauré.

"La capienza della sala è ancora limitata a 550 spettatori - ha aggiunto Pace - la stessa della programmazione estiva condizionata dalle norme anti Covid e tale situazione impedisce, al momento, di strutturare una campagna di abbonamento come di consueto per le ovvie difficoltà logistiche conseguenti, ma gli abbonati alla Stagione Sinfonica 2019/20 e alla Stagione Lirica e di Balletto 2019/20 hanno la possibilità di acquistare i biglietti per i prossimi eventi della Fondazione utilizzando i voucher abbonamenti". È stata inoltre istituita la casella di posta elettronica specifica dedicata agli abbonati; fin da ora per questo tramite si possono richiedere informazioni e chiarimenti (abbonati@teatroverdi-trieste.com)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento