Cronaca

"A scuola con la Guardia di Finanza", educazione alla legalità economica: la triestina Elisa Bruno vince il contest

L'iniziativa "Educazione alla legalità economica" è finalizzata a promuovere, nell'ambito dell'insegnamento "Cittadinanza e Costituzione", un programma di attività a favore degli studenti della scuola primaria e secondaria

Venerdì scorso, presso l’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Petrarca” di Trieste, si è tenuta una breve ma significativa cerimonia di premiazione.

Personale del Comando Provinciale di Trieste, alla presenza della Dirigenza scolastica, di personale dell’Ufficio scolastico provinciale e di una rappresentanza di studenti, ha consegnato una targa ricordo alla studentessa Elisa Bruno, neo-diplomata nel prestigioso Istituto triestino, risultata essere una delle vincitrici del concorso abbinato al progetto “Educazione alla legalità economica”, giunto ormai alla quarta edizione.

La studentessa ha vinto nella Sezione “Disegno” e, oltre a ricevere il gradito ricordo, ha trascorso una settimana sulla Nave Scuola della Guardia di Finanza “Giorgio Cini”, partecipando, in Agosto, ad una minicrociera riservata ad alcuni studenti premiati.

Come noto, l’iniziativa “Educazione alla legalità economica” trae origine da un Protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed è finalizzata a promuovere, nell’ambito dell’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, un programma di attività a favore degli studenti della scuola primaria e secondaria.

L’intento è di far maturare la consapevolezza del valore della legalità economica, con particolare riferimento all’attività svolta dal Corpo a contrasto dell’evasione fiscale, dello sperpero di denaro pubblico, della contraffazione, delle violazioni dei diritti d’autore, degli illeciti in materia di sostanze stupefacenti ed, in generale, di ogni forma di criminalità economico – finanziaria.

Di concerto con il predetto Dicastero, è stato così sviluppato il progetto denominato “Educazione alla legalità economica” che, anche per l’anno scolastico 2015/2016, ha previsto l’organizzazione, a livello nazionale, di incontri presso le scuole orientati a:

-    creare e diffondere il concetto di “sicurezza economica e finanziaria”;

-    affermare il messaggio della “convenienza” della legalità economico-finanziaria;

-    stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del delicato ruolo rivestito dal Corpo, quale organo di polizia vicino a tutti i cittadini, di cui tutela il bene fondamentale delle libertà economiche.

All’iniziativa è abbinato il concorso vinto dalla studentessa, denominato “Insieme per la legalità”, che ha lo scopo di sensibilizzare i giovani, tramite il coinvolgimento delle scuole, sul valore civile ed educativo della legalità economica, nonché in merito alle attività svolte dal Corpo in tali settori, favorendo la loro espressione libera, creativa e spontanea sulla tematica.

Nell’occasione il Comando Provinciale della Guardia di Finanza ha rinnovato le congratulazioni alla vincitrice, augurandole le migliori fortune. La preside, Prof.ssa Cesira Militello, ha voluto mettere in evidenza il raccordo tra il “Progetto Educazione alla Legalità Economica” e l’insegnamento di “Cittadinanza  e Costituzione”, inserito nell’offerta formativa dell’Istituto. La vincitrice, Elisa Bruno, diplomatasi con una eccellente valutazione, intraprenderà un percorso di studi presso l’Accademia del Fumetto di Trieste per affinare le sua qualità artistiche: la stessa ha ringraziato la Guardia di Finanza anche per la minicrociera che l’ha portata a visitare le località della costa siciliana

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A scuola con la Guardia di Finanza", educazione alla legalità economica: la triestina Elisa Bruno vince il contest

TriestePrima è in caricamento