rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Commissione Pari Opportunita': "non Vogliamo Quote Rosa ma Quote di Competenza"

Sono stati resi noti in mattinata i risultati del monitoraggio svolto dal CORECOM, sulle donne candidate ed elette nelle recenti elezioni amministrative, su richiesta della Commissione Regionale Pari Opportunità.L'analisi ha preso in esame la...

Sono stati resi noti in mattinata i risultati del monitoraggio svolto dal CORECOM, sulle donne candidate ed elette nelle recenti elezioni amministrative, su richiesta della Commissione Regionale Pari Opportunità.
L'analisi ha preso in esame la differente presenza femminile negli organi rinnovati, nel periodo pre e post elettorale.
Per quanto riguarda il rinnovo degli organi provinciali di Trieste e Gorizia, c'è stata la conferma di una donna a Trieste e di un uomo a Gorizia, entrambe le Giunte sono passate da 8 a 6 assessori, mantenendo però inalterato il numero degli assessori donna, registrando quindi un decremento del genere maschile, e una presenza femminile che si assesta al 66,7%.
Per quanto riguarda i seggi in Consiglio Provinciale, si passa dal 36% al 40% di donne a Trieste e dall'8 al 20% a Gorizia, dato confortante, perchè le composizioni di quest'organo dipendono dalle scelte fatte dagli elettori.
Nei comuni con una popolazione superiore ai 1500 abitanti, dove la percentuale di candidate era del 27,5%, è unico il risultato di Monfalcone, dove il Sindaco è una donna, eletta al ballottaggio, dove anche l'avversario politico era di genere femminile.
La composizione delle Giunte Comunali è caratterizzata da un generale incremento del numero di assessori donna, soprattutto a Monfalcone e a Trieste, dato confermato anche per gli stessi Consigli comunali, e per quello di Cordenons.
Nei comuni più piccoli c'è un calo delle donne Sindaco, da 4 a 2, ma un lieve innalzamento per le composizioni dei Consigli comunali.
Tirando le somme quindi, dopo la recente tornata elettorale, la presenza femminile nella politica Regionale ha registrato in generale un buon incremento, anche se Santa Zannier, Presidente della Commissione Pari Opportunità del Friuli Venezia Giulia, ha bacchettato la politica, in quanto la presenza delle donne candidate in televisione e sui giornali era solo del 10%, rispetto allo spazio dedicato ai colleghi uomini, nonostante l'impegno e l'ottimo lavoro svolto dal genere femminile. "Ci vuole l'introduzione della doppia preferenza di genere", ha continuato la Presidente, "dove l'elettore può esprimere due preferenze, purchè la seconda sia data ad una persona di genere diverso dalla prima". "Il discorso è lo stesso per quanto riguarda la composizione dei Consigli di Amministrazione, dove è ancora bassa la presenza femminile, nonostante i dati dimostrino che la preparazione e le competenze siano equiparate per maschi e femmine". "Non vogliamo quote rosa, ma quote di competenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissione Pari Opportunita': "non Vogliamo Quote Rosa ma Quote di Competenza"

TriestePrima è in caricamento