Cronaca

Famiglie più vicine ai bambini chiurugici di ABC onlus con la donazione di Distretto Rotaract 2060

La somma di 10 mila euro andrà a supportare le attività della onlus triestina nell’ambito del progetto “Un reparto a misura di bambino”.

A casa A.B.C. Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo è arrivata dal Distretto Rotaract 2060 (che riunisce i club Rotaract delle regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige) una donazione di diecimila euro. La somma andrà a supportare le attività della onlus triestina nell’ambito del progetto “Un reparto a misura di bambino”. La donazione è avvenuta grazie a un bando, indetto dal Distretto, al quale A.B.C. è stata introdotta grazie al Rotaract Club Trieste, che conosce e supporta l’Associazione da alcuni anni ed è stata ufficializzata lunedì 7 giugno.

“Un reparto a misura di bambino”

Il contributo andrà a supportare l’ampio progetto “Un reparto a misura di bambino” che accoglie diverse attività di A.B.C. e che è pensato per alleviare le sofferenze dei piccoli pazienti ricoverati e per fare in modo che i bambini con loro le famiglie possano godere delle abitudini della loro infanzia anche in un luogo come l’ospedale: A.B.C. vuole restituire loro un reparto accogliente, arricchito di attrezzature e servizi che lo rendano sempre più ospitale.

In particolare l’importo donato da tutti i Club del Distretto Rotaract 2060 sosterrà, fino a dicembre, il progetto di sostegno psicologico ed emotivo che A.B.C. mette a disposizione dei piccoli pazienti e delle loro famiglie, assicurando la presenza in reparto di una figura dedicata. Con questo servizio i bambini potranno contare su un punto di riferimento che li supporti al meglio e che accolga i loro stati emotivi durante il ricovero.

Più vicini con i tablet

Inoltre con la donazione sarà possibile per A.B.C. fornire tre nuovi tablet ai bambini del reparto; i devices diventeranno una dotazione stabile all’interno della Chirurgia e un ulteriore strumento di relazione con i volontari, sia in presenza che a distanza. I giovani volontari del Distretto Rotaract 2060 hanno voluto anche mettere a disposizione dei piccoli pazienti delle loro personali proposte: hanno infatti ideato e girato appositamente per questa occasione alcuni video di lettura e di gioco, che verranno inseriti come dotazione dei tablet, così da intrattenere i bambini del reparto e rimanere loro vicino anche “a distanza” durante la degenza.

“Un volontariato attivo come quello messo a disposizione dai giovani del Distretto Rotaract 2060 – commenta Giusy Battain, direttrice di A.B.C. onlus – arricchisce il gesto del dono di ulteriore valore e conferma quanto importante sia la vicinanza dei volontari ai bambini e alle famiglie. Ringraziamo il Distretto Rotaract 2060 per la sensibilità dimostrata e il Rotaract Club Trieste, che da molti anni segue e supporta A.B.C. Il gesto del Distretto è per noi particolarmente importante: oggi più che mai, l’ambiente ospedaliero ha bisogno di attenzione verso gli aspetti emotivi, relazionali e psicologici, che sono parte integrante del percorso di cura”.

Un vero esempio di “best practice”, dunque, che vede due associazioni, accomunate dalla volontà di donare e di adoperarsi per il bene comune, lavorare fianco a fianco. Così commenta Matilde Paronich, Presidente Rotaract Club Trieste: "Il Rotaract Club di Trieste collabora da anni con A.B.C. e siamo orgogliosi di aver dato un importante contributo a questa associazione in un anno segnato dalle difficoltà. Ringraziamo A.B.C. per il prezioso lavoro che svolge quotidianamente e per averci permesso di diventare anche noi volontari dell'Associazione, realizzando dei brevi filmati per i bambini del reparto. La partecipazione attiva al service ha coinvolto soci di tutto il Distretto 2060 che hanno accolto l'iniziativa con grande entusiasmo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglie più vicine ai bambini chiurugici di ABC onlus con la donazione di Distretto Rotaract 2060

TriestePrima è in caricamento