Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Accoglienza immigrati: Cosolini incontra i cittadini, perde le staffe e gli anziani se ne vanno

12.23 - Il Sindaco ha spiegato il perchè del trasferimento da via Combi a Barcola, ma incontrando altre critiche

Che il sindaco non possa fare opporsi alle decisioni che vengono da Roma in merito all'accoglienza dei richiedenti asilo è noto, anche se un po' indigesto alla gran parte dei cittadini; quello che però i triestini si aspettano dal primo cittadino - pensiero emerso nell'incontro ieri presso il ricreatorio De Amicis - è la tutela del decoro del proprio rione (e più in generale della città), della salute e della sicurezza pubblica. 

Proprio questi due ultimi aspetti sono stati quelli più contestati a Cosolini riguardo la presenza dei 28 immigrati che erano stati alloggiati nella ex scuola di via Combi. Il sindaco ha voluto chiarire che questi (in realtà solo 15, degli altri 13 non è stato in grado di fornire informazioni) sono stati trasferiti all'Hotel Tritone di Barcola proprio per garantire una maggiore sicurezza, infatti, ha detto il sindaco «a due passi c'è la caserma dei Carabinieri». 

Incalzato dai cittadini intervenuti, che chiedevano lumi sulle condizioni di salute degli immigrati, Cosolini ha poi perso le staffe, in particolare contro gli esponenti politici intervenuti, che, va detto, chiedevano solo di conoscere le ragioni del trasferimento dei richiedenti asilo a Barcola, preoccupati per il proprio rione. È a questo punto che, arrabbiati, alcuni anziani hanno abbandonato l'aula.

Per le immagini video, vi invitiamo a guardare il servizio di Telequattro cliccanqui qui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza immigrati: Cosolini incontra i cittadini, perde le staffe e gli anziani se ne vanno

TriestePrima è in caricamento