Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Accordo Comune - Acegas contro il Taglio della Fornitura alle persone in Difficolta'

Firmati ieri, nel Salotto Azzurro del Municipio, gli accordi tra Comune di Trieste, Acegas-Aps, Acegas-Aps Service e EstEnergy per il sostegno alle persone economicamente svantaggiate, per il pagamento delle utenze di acqua, luce e gas. Hanno...

Firmati ieri, nel Salotto Azzurro del Municipio, gli accordi tra Comune di Trieste, Acegas-Aps, Acegas-Aps Service e EstEnergy per il sostegno alle persone economicamente svantaggiate, per il pagamento delle utenze di acqua, luce e gas.

Hanno siglato i protocolli il Sindaco Roberto Cosolini, Cesare Pillon per Acegas-Aps S.p.A., Francesco Callegari per Acegas-Aps Service S.r.l. e Claudio Fabbi per EstEnergy S.p.A. Erano presenti per il Comune anche gli Assessori più direttamente interessati all'"operazione": Laura Famulari per le Politiche Sociali e Fabio Omero per i Rapporti con le Società Partecipate.

La crisi economica colpisce - hanno comunemente osservato tutti i convenuti - e rischia anzi di essere crescente e molto più vasta nel prossimo anno.

In questa situazione già oggi "un numero sempre maggiore di famiglie - così nelle "Premesse" degli accordi sottoscritti - si rivolge frequentemente ai Servizi Sociali del Comune, segnalando di incontrare notevoli difficoltà a far quadrare il proprio bilancio mensile e sono sempre più frequenti i casi di clienti che non riescono a pagare regolarmente le bollette per i servizi di primaria necessità (acqua, energia elettrica, gas), e ciò nonostante l'attivazione dei bonus istituiti dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas, laddove applicabili". Da ciò, in considerazione di quella che ormai si profila come una vera e propria "emergenza sociale", Comune ed ex municipalizzate hanno convenuto di dare alle famiglie più svantaggiate un ulteriore sostegno mediante la previsione di speciali modalità di pagamento delle forniture.

In tal senso - è stato spiegato e sottoscritto oggi - si interverrà in due direzioni fondamentali: le dilazioni di pagamento da parte egli enti fornitori verso i clienti meno abbienti (con certificazione ISEE) e lo "sblocco" della sospensione delle erogazioni dovuta a morosità - con il riavvio quindi delle forniture - a fronte di uno specifico intervento dei Servizi Sociali del Comune "a copertura" degli importi insoluti.

Nel dettaglio, i protocolli sottoscritti prevedono che, nel caso delle sospensioni per morosità, le tre Aziende si impegnano a soprassedere alla sospensione a condizione che il Servizio Sociale ne faccia esplicita richiesta, assumendo contestualmente l'onere del versamento degli importi non corrisposti dal cliente per il quale formula la richiesta. Per tutti i clienti con ultimo reddito certificato ISEE inferiore a 7.665 Euro il Comune si impegna a regolarizzare la posizione del cliente entro al massimo 6 mesi dalla richiesta di blocco della sospensione.

Per i clienti con ultimo reddito certificato ISEE superiore a 7.665 Euro ma inferiore a 15.000, o inferiore a 20.000 per le famiglie con 4 o più figli a carico, il Comune si impegna alla regolarizzazione della posizione del cliente nella misura del 50% entro al massimo 2 mesi, qualora dalla valutazione del Servizio Sociale risulti che lo stesso non è in grado di provvedere ai pagamenti dilazionati. In ogni caso le Aziende non procederanno alla sospensione delle forniture senza aver preventivamente sollecitato al Servizio Sociale in forma scritta il pagamento delle bollette insolute. Il Servizio Sociale provvederà al pagamento entro il termine massimo di 10 giorni.

Per quanto concerne le dilazioni di pagamento, le tre Aziende potranno concederle a tutti i clienti con ultimo reddito certificato ISEE inferiore a 15.000 Euro o inferiore a 20.000 per le famiglie con 4 o più figli a carico, e ciò per ciascuna bolletta superiore rispettivamente a 200 Euro per il Gas, 150 Euro per l'Energia elettrica, 100 Euro per l'Acqua. La dilazione consisterà nella rateizzazione del pagamento in tre rate a 30, 60 e 90 giorni dalla data di emissione della bolletta.

Inoltre, solo per quanto riguarda il Gas - e in questo caso, più in generale, per tutti gli utenti che ne facciano richiesta - EstEnergy propone soluzioni utili a diluire le spese invernali nell'arco dell'anno, attraverso offerte che prevedono il pagamento di sei rate a consumo costante, e successivo conguaglio annuale, garantendo comunque l'applicazione dei "prezzi tutelati" dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas.

In concreto, le "procedure" messe a punto prevedono che i clienti in difficoltà e con i redditi ISEE inferiori a 7.665 Euro potranno rivolgersi alle UOT - Unità Operative Territoriali del Servizio Sociale Comunale per avviare sia le procedure di rientro dalla morosità che di dilazione dei pagamenti.
Quelli con ISEE superiore a 7.665 Euro ma inferiore a 15.000 o inferiore a 20.000 per le famiglie con 4 o più figli a carico, potranno richiedere le sole dilazioni di pagamento direttamente alle Aziende. Qualora non fossero in grado di provvedere neppure ai pagamenti dilazionati potranno rivolgersi anch'essi alle UOT del Comune per concordare con l'assistente sociale le procedure di rientro dalla morosità.

Il Servizio Sociale, a fronte della disponibilità della persona a sottoscrivere il progetto concordato, e fatta salva la valutazione professionale del caso, provvederà alla copertura degli importi non corrisposti, trasmettendo quindi alle Aziende la richiesta di sospensione del distacco della fornitura, informando contestualmente sulle modalità e i tempi del versamento "a copertura" della morosità da parte del Comune.
Gli Accordi così sottoscritti rimarranno in vigore fino al 31 dicembre 2012, ma potranno essere rinnovati alla scadenza.

Dopo la firma, il Sindaco Cosolini ha ricordato l'impegno su questo fronte recentemente espresso dal movimento degli studenti di Trieste, evidenziando peraltro come la preoccupante situazione di difficoltà di sempre più numerose fasce di cittadini fosse comunque ben nota al Comune, tanto che il competente Assessore Laura Famulari aveva già avviato precisi contatti con Acegas-Aps per "imbastire" gli Accordi oggi giunti in porto. "Gli studenti, con le loro manifestazioni, hanno tuttavia certamente favorito una positiva accelerazione verso la soluzione del problema - ha detto il Sindaco -, oltre che una sensibilizzazione dell'intera cittadinanza sulle difficoltà che un po' tutti stiamo vivendo, ma che per molti sono già diventate purtroppo quasi insuperabili."

I responsabili delle tre Società hanno dal canto loro tenuto a sottolineare come "gli Accordi odierni si possano considerare tra i più avanzati e probabilmente gli unici in Italia - così Pillon - con caratteristiche così dettagliate e fortemente "marcate" sull'obiettivo sociale." "A latere" ancora Pillon ha ricordato come non solo i singoli ma anche le imprese e le piccole aziende in difficoltà possano rivolgersi ad Acegas per concordare forme di possibili interventi, dilazioni ecc. necessariamente non inseribili negli odierni protocolli.

Ufficio stampa Comune di Trieste

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo Comune - Acegas contro il Taglio della Fornitura alle persone in Difficolta'

TriestePrima è in caricamento