rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca

AcegasAPS: iscrizioni-boom per il centro estivo organizzato dall’azienda

Al via per i figli e nipoti dei dipendenti AcegasApsAmga soggiorni e camp per l’estate. Nell’ambito del piano di welfare interno, che ha tra le sue priorità anche la conciliazione lavoro-famiglia, Hera ha messo a disposizione oltre 150 posti per tutto il Gruppo

Boom di iscrizioni per i centri estivi di AcegasApsAmga

Con l’arrivo della stagione estiva e la chiusura delle scuole, AcegasApsAmga spalanca le porte dei centri estivi per i figli e nipoti dei dipendenti, in risposta alla esigenze dei propri lavoratori . L’offerta per l’anno 2015 è stata particolarmente apprezzata, segnando un netto incremento delle iscrizioni. Da tutto il territorio nordestino sono stati 30 i lavoratori che hanno scelto i centri estivi aziendali per un totale di 36 iscrizioni, giunte in maniera omogenea e proporzionale da tutte le sedi. La varietà dell’offerta e il sostegno promesso dall’Azienda si sono rivelati un’importante stimolo per l’interesse dei lavoratori. Tra le nuove proposte spiccano tre progetti destinati ai ragazzi più grandi: il soggiorno dedicato all’ambiente con il WWF vicino Padova, quello dedicato al mondo del digitale a Treviso e l’english camp a Lignano Sabbiadoro.

Anche per i più piccoli l’offerta di centri estivi diurni si è rivelata ampia ed invitante, ottenendo largo consenso tra nonni e genitori: a Trieste sono 18 gli iscritti che si sono suddivisi tra il Centro Vacanze al mare dei Vigili del Fuoco di Ravalico e il Pianeta Bambino di Pian del Grisa; anche a Padova si è riscontrato un largo consenso con 10 iscrizioni distribuite tra il Pippi Summer Camp e il CuS di Padova.

Adesioni 2015: + 45%

L’iniziativa di AcegasApsAmga si inserisce nell’ambito di un progetto più ampio del Gruppo Hera che ha visto quest’anno un generale aumento delle adesioni ai centri estivi da parte dei lavoratori: l’anno scorso si erano fermate a un centinaio, quest’anno sono arrivate a quota 152, di cui più del 20% provengono da AcegasApsAmga.

Quest’anno infatti, per venire incontro alle esigenze dei propri lavoratori e visto il successo delle edizioni passate, Hera ha ampliato l’offerta di centri estivi aziendali per i bambini degli 8.500 dipendenti, su tutto il territorio in cui è presente: Nord Est, Emilia-Romagna e Marche.

Sono quindi disponibili centri estivi diurni rivolti ai bimbi più piccoli (3-10 anni), mentre per i bambini un po’ più grandi (7-14 anni) sono, invece,  stati previsti soggiorni residenziali, ovvero dei “camp” di una settimana, in cui restano anche a dormire. Ce ne sono sia in montagna che al mare, molti anche in inglese o che propongono attività informatiche e digitali.

L’azienda dà un contributo importante, pagando la metà della quota della prima settimana per i centri e metà della quota totale per i soggiorni.

Hera e il Diversity management - Susanna Zucchelli: “Così diamo risposte ai bisogni dei colleghi”

“Da anni Hera sta dedicando una forte attenzione al tema della conciliazione tra vita privata e lavoro, per dare risposte concrete ai bisogni dei propri dipendenti - spiega Susanna Zucchelli, Diversity Manager di Hera - I frutti di questo impegno sono già parecchi: abbiamo realizzato 5 nidi aziendali o interaziendali e lanciato un progetto per valorizzare competenze e potenzialità delle persone disabili in azienda. Insieme a programmi a sostegno da chi torna da lunghi periodi assenza per maternità o paternità, congedi familiari, finanziati dalla Presidenza del Consiglio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AcegasAPS: iscrizioni-boom per il centro estivo organizzato dall’azienda

TriestePrima è in caricamento