Cronaca

Acquisti oltre Confine? A Trieste il nuovo Sportello Transfrontaliero

Esperti in materia saranno consigli agli italiani che si recano all'estero, ma anche agli stranieri che comprano in Italia Sempre più consumatori italiani, sloveni e croati praticano l’acquisto transfrontaliero. È prassi vicendevole recarsi nei...

Esperti in materia saranno consigli agli italiani che si recano all'estero, ma anche agli stranieri che comprano in Italia

Sempre più consumatori italiani, sloveni e croati praticano l'acquisto transfrontaliero. È prassi vicendevole recarsi nei rispettivi stati confinanti per comprare qualunque bene di consumo: automobili, elettrodomestici, mobili o materiali per ristrutturare appartamenti (mattonelle, pezzi per il bagno, parquet ecc.). Accanto a questi acquisti, ci si reca nello stato confinate anche per andare dal dentista, fare cure termali o per altri tipi di esigenze non strettamente sanitarie ma relative alla cura della propria persona (estetisti, massaggiatori, barbieri/parrucchieri, palestra ecc.). Insomma grazie all'Unione Europea si è creata una mobilità consumeristica transfrontaliera che ha allargato l'acquisto a tutte le tipologie di beni di consumo e non più solo legato al cibo e al vestiario.

Questa tendenza ha introdotto anche nuove esigenze di tutela per i consumatori italiani, sloveni, croati e, in generale, per tutti coloro che acquistano beni in altri Stati europei. Ad esempio, se acquisto un elettrodomestico in Slovenia e poi non funziona quali sono le garanzie sul bene? Se compro un'automobile in Italia e presenta difetti di conformità, quali sono i diritti che posso rivendicare? Se un ristoratore in uno dei Paesi citati non mi rilascia la ricevuta del pranzo è mio diritto pretenderla? Se c'è un ritardo di consegna sul materiale edilizio o sugli arredi immobiliari acquistati cosa posso fare? Quali sono in generale i diritti che un consumatore italiano, sloveno e croato ha in ambito di acquisto transfrontaliero?

La Federconsumatori Trieste per tutelare i consumatori transfrontalieri ha aperto uno sportello, in cui chiedere consigli utili ad esperti in materia di diritto comunitario, dedicato sia ai consumatori italiani che si recano in Slovenia e Croazia sia ai consumatori Sloveni e Croati che vengono in Italia a fare acquisti. Lo sportello è aperto ogni sabato mattina dalle 10.30 alle 12.30 presso la sede di Via Matteotti, 3 oppure si possono segnalare tali questioni contattando lo 040 773 190 o inviando una e-mail a federconsumatori.ts@virgilio.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquisti oltre Confine? A Trieste il nuovo Sportello Transfrontaliero

TriestePrima è in caricamento