menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Adottato dalla Giunta il nuovo Piano del Traffico di Trieste (Consultabile sul Sito del Comune)

Dopo l’ultimo aggiornamento risalente al 1998, ad un anno dall’insediamento della nuova amministrazione, la giunta comunale di Trieste ha adottato ieri il  nuovo Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU). Da oggi (martedì 17 luglio) scattano i 30...

Dopo l'ultimo aggiornamento risalente al 1998, ad un anno dall'insediamento della nuova amministrazione, la giunta comunale di Trieste ha adottato ieri il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU).
Da oggi (martedì 17 luglio) scattano i 30 giorni di tempo per le osservazioni che i cittadini vorranno fare (attraverso il sito www.retecivica.trieste.it nella sezione "Mobilità e Traffico", dove sono a disposizione tutti gli elaborati e anche una relazione sintetica con tavole e miniature) e partono inoltre i 60 giorni per i pareri alla Valutazione Ambientale Strategica.

L'assessore alla Pianificazione urbana, Mobilità e Traffico Elena Marchigiani e il direttore del Servizio Mobilità e Traffico Giulio Bernetti hanno presentato il PGTU che "è frutto del lavoro di mediazione tra le varie componenti che costituiscono la mobilità cittadina e che evidenziano esigenze forti, diverse e, generalmente, in contrasto tra loro.

Una particolare importanza per l'impronta del Piano va attribuita alla fase della partecipazione che, attraverso le proposte e le osservazioni dei diversi portatori di interesse che hanno fatto seguito alla pubblicazione della bozza del Piano, ha portato ad un Piano che può essere definito concretamente partecipato".

Il Piano -è stato spiegato nel corso della conferenza stampa, anche con immagini e diapositive- propone uno scenario che facilita gli spostamenti su modalità di trasporto da incentivare (mobilità pedonale, ciclabile e su trasporto pubblico) e, allo stesso tempo, definisce uno schema della circolazione compatibile con l'esigenza di razionalizzare gli spostamenti e ridurre l'inquinamento atmosferico ed acustico.

In tema di sosta, il Piano prospetta delle soluzioni che contemperano le esigenze dei diversi soggetti interessati alle aree di sosta: agevola l'utilizzo degli impianti di cintura per i visitatori, favorisce la sosta dei residenti nell'area più centrale della città e, al tempo stesso, garantisce una buona accessibilità al sistema di rifornimento delle merci e ai veicoli a servizio dei disabili. Queste, suddivise per aree tematiche, le principali innovazioni previste dal Piano.

Mobilità Pedonale: ampie pedonalizzazioni nel Borgo Teresiano (via Mazzini, via Imbriani, parte di via XXX Ottobre, ecc.); introdotte le Zone a Traffico Limitate ad elevata valenza pedonale: oltre ai pedoni accedono solo Taxi e Bus (dove previsto), disabili e carico/scarico merci; ampliamento delle pedonalizzazione nelle aree dell'Ospedale Maggiore e via Settefontane; individuazione di percorsi pedonali da incentivare anche nelle periferie (Opicina, san Giovanni, Roiano, ecc.).

Mobilità Ciclabile: individuazione del percorso del Pi-greco: asse costiero e valli Battisti - Giulia e D'Annunzio - Cumano; creazione di una rete ciclabile che collega anche i percorsi extraurbano e le piste di collegamento sovracomunale.

Trasporto Pubblico Locale (importante concertazione con la Provincia per la competenza diretta e la Trieste Trasporti): rafforzamento dei poli di Piazza Libertà, piazza Oberdan, piazza Goldoni - Barriera; nuove corsie preferenziali lungo gli assi di penetrazione di via Giulia - Battisti e viale D'Annunzio; i mezzi pubblici raggiungono il cuore delle aree pedonali con l'asse di Corso Italia e quello di via Roma (anche in piazza Vittorio Veneto potranno circolare i soli mezzi pubblici);
proposte di medio periodo: fusione delle linee 9 e 10 e navette ecologiche blu (collegamento Goldoni - Rive - Irneri) e verde (collegamento impianti di parcheggio di cintura e centro storico).

Viabilità Privata: confermati gli assi Valdirivo e Milano (alleggerita); nuovo collegamento per alleggerire l'attraversamento del Borgo Teresiano via Galatti - piazza Oberdan per raggiungere Coroneo e Severo; via Carducci in doppio senso tra Valdirivo e Goldoni; via Ginnastica senso unico in salita fino a via Brunner; via Battisti senso unico in discesa a 3 corsie (da Brunner a Carducci); utilizzo dell'asse di via Gatteri a servizio del polo ospedaliero lato est e per sgravare la via Canova; completamento degli assi est - ovest di via Pascoli e via Foscolo.

Sosta: ampliamento della sosta a pagamento nei Borghi Teresiano e Giuseppino con forte agevolazioni per i nuclei residenti: 4 ore gratis e le restanti a 0,60 euro/ora;
nuove aree di sosta in zone commerciali nei rioni per agevolare il commercio di giorno e i residenti di notte (Prosecco, Opicina, Roiano, Piazza Perugino, ecc.).

Firmato dall'ing. Giulio Bernetti, il nuovo Piano -ha spiegato ancora l'assessore Elena Marchigiani- è stato fatto dagli uffici del Comune, ai quali va il merito di essere stati capaci d'innovare il proprio modo di lavorare e d'intraprendere percorsi innovativi. Così come adottato dalla giunta, il nuovo Piano sarà presentato anche con degli incontri previsti nelle circoscrizioni, appuntamenti che saranno resi noti a breve.

Trascorsi i 30 giorni per le osservazioni dei cittadini e i 60 per quelle relative al rapporto ambientale -ha detto l'assessore Marchigiani- "a ottobre il PGTU inizierà l'iter consigliare, per arrivare all'approvazione tra la fine dello stesso mese e i primi di novembre".

On Line, sul sito del Comune di Trieste, sono da oggi disponibili 23 elaborati del PGTU. Tutti i cittadini interessati possono intervenire con segnalazioni, indicazioni e osservazioni, contribuendo all'elaborazione di un Piano che è e vuole continuare ad essere il più possibile "partecipato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento