Torna a Trieste nonostante il divieto di ritorno: denunciato

Una volante della Polizia è intervenuta per sedare una lite in Scala Santa e ha trovato lo straniero rilevando la sua inottemperanza

Una lite in Scala Santa nella notte tra il 30 giugno e il primo luglio ha richiesto l'intervento di una volante della Polizia. Gli agenti hanno quindi identificato in zona il cittadino afghano T.Y., di 23 anni scoprendo che si trovava a Trieste nonostante un provvedimento di divieto di ritorno nel comune. L'uomo è stato quindi denunciato dalla Polizia. Coinvolti nella lite, almeno altre due persone. 

Si tratta della seconda denuncia per presenza sul territorio nonostante il divieto. L'ultimo episodio risale infatti al 26 giugno quando, dopo una violenta rissa scoppiata in piazza Goldoni, un cittadino afghano, T.Y. di 23 anni, è stato intercettato dagli uomini della Polizia ed è stato denunciato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di iscritti alle alle università online, ecco quelle riconosciute dal Miur

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Blitz della Finanza sui subappalti in Fincantieri: un arresto, 19 aziende coinvolte e 34 indagati

  • Triestina-Vicenza 0 a 3 | Le pagelle: Squadra "sotto processo", al Rocco è pioggia di fischi

Torna su
TriestePrima è in caricamento