Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

“Agenzia Solidarietà per l'Affitto”: firmato l'accordo per le agevolazioni alla ristrutturazione per la locazione a prezzi calmierati

12.14 - I soggetti sono il Comune di Trieste, Banca Popolare Etica e Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse

E' stato firmato ieri, nella sala giunta del municipio, presenti anche il sindaco Roberto Cosolini e gli assessori Laura Famulari e Elena Marchigiani, l'accordo tra il Comune di Trieste, Banca Popolare Etica e Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse che punta a promuovere agevolazioni alla ristrutturazione per i proprietari di immobili da destinare al circuito dell'“Agenzia Solidarietà per l'Affitto”.

I due Istituti - che hanno risposto alla procedura ad evidenza pubblica bandita dal Comune di Trieste all’inizio dell’anno - metteranno a disposizione prodotti creditizi agevolati a favore di proprietari privati di abitazioni sfitte che vogliono ristrutturare i propri alloggi impegnandosi a darli in locazione a prezzi calmierati, per almeno 5 anni, secondo le regole dell’Agenzia Solidarietà per l’Affitto.

«E' uno strumento in più per il mercato della locazione - ha detto il sindaco Roberto Cosolini - che punta a sostenere quella domanda di casa che colpisce le categorie più deboli e ora anche il ceto medio». «E' uno degli elementi nuovi dell''Agenzia Solidarietà per l'Affitto' - ha aggiunto l'assessore Laura Famulari - che punta ad aumentare l'offerta abitativa nella città», mentre l'assessore Elena Marchigiani ha a sua volta sottolineato, oltre alla valenza sociale dell'accordo, anche gli effetti legati al «riutilizzo e la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente».

L''Agenzia Solidarietà per l'Affitto' è frutto di un protocollo d’intesa fra il Comune di Trieste, l'A.T.E.R., le Fondazioni CRTrieste, Casali e Caccia-Burlo, le ACLI provinciali di Trieste, e numerose associazioni e organizzazioni del settore. Rappresenta uno strumento integrato per rispondere alla complessa questione del fabbisogno abitativo nel territorio del Comune di Trieste, favorendo l’incontro fra la domanda da parte di alcune fasce di popolazione e l’offerta da parte di proprietari di immobili sfitti. Uno strumento validissimo, che ha avuto un riscontro crescente nel corso degli ultimi due anni - alla fine del 2013 si registravano infatti ben 47 locazioni attive – che potrà giovarsi da ora anche di una opportunità in più per stimolare i proprietari di alloggi sfitti ad accedere a finanziamenti agevolati per ristrutturare gli alloggi stessi e renderli disponibili per la locazione, alle condizioni dell'Agenzia.

Dopo la stipula ufficiale dell'accordo con Banca Popolare Etica e Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse, l'amministrazione comunale di Trieste raccoglierà le domande di accesso ai piccoli mutui agevolati da parte dei proprietari che intendono ristrutturare un'abitazione da affittare, richiedendo loro, contestualmente, un impegno vincolante a destinare l’abitazione stessa al circuito dell’Agenzia per il periodo minimo previsto. Successivamente, inoltrerà tali domande alle Banche stesse per i successivi contatti fra queste e i privati. L’obiettivo è di creare una specie di "provvista" di abitazioni disponibili per contratti di locazione a canone concordato o sociale, per far fronte all’aumento della domanda di prezzi "calmierati” conseguente all’attuale perdurante periodo di crisi. Tali alloggi, una volta ristrutturati e decorso il periodo di utilizzazione obbligatoria all'interno del programma, potranno anche essere messi in circolazione sul libero mercato.

Per informazioni si può consultare il sito www.retecivica.trieste.it, nello spazio “Sociale”, “Agenzia Solidarietà per l'Affitto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Agenzia Solidarietà per l'Affitto”: firmato l'accordo per le agevolazioni alla ristrutturazione per la locazione a prezzi calmierati

TriestePrima è in caricamento