menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Aggressione ai Carabinieri e furto d'auto: due arresti in un giorno

Domenica difficile per l'Arma: uno straniero irregolare ha aggredito uno dei militari causandogli delle contusioni, poi la segnalazione di un furto d'auto e il successivo ritrovamento del colpevole, pluripregiudicato

Una domenica impegnativa per i Carabinieri di via Hermet: prima l'aggressione a pubblico ufficiale da parte di uno straniero irregolare, poi il furto d'auto da parte di un pluripregiudicato. Entrambi i colpevoli sono stati arrestati.

Un controllo di routine

Nella prima mattinata i militari della Sezione Radiomobile hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne iraniano per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e un 39enne triestino per furto aggravato. Nell'effettuare un controllo di routine all’interno del giardino pubblico in via Giulia sono stati notati alcuni stranieri che, alla vista dei militari, si sono immediatamente dati alla fuga per sottrarsi ai controlli.

Migranti in val Rosandra: 7 minorenni tra gli 80 rintracciat

L'arresto

Uno degli uomini, N.F., raggiunto e bloccato dai Carabinieri, ha iniziato ad inveire contro di loro e ad aggredirli fisicamente, tanto che un militare ha riportato lesioni, fortunatamente non gravi. Il giovane iraniano è stato immobilizzato e condotto in via dell’Istria. È risultato essere irregolare sul territorio dello Stato. Concluse le formalità di rito, i Carabinieri lo hanno dichiarato in stato di arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Trieste, lo hanno condotto al Coroneo.

Il furto d'auto

Poco più tardi, i Carabinieri sono intervenuti per la segnalazione di un furto d’auto. Verso mezzogiorno D.A., pluripregiudicato triestino, si è impossessato di un’autovettura FIAT 600 parcheggiata in via Donadoni. Il proprietario dell’auto, che al momento del furto si trovava in un bar, ha assistito alla scena e si è messo all’inseguimento a piedi del malfattore. Durante la corsa è riuscito a contattare il 112 fornendo indicazioni sulla direzione di fuga e la descrizione del soggetto alla guida. La Centrale Operativa dell’Arma, grazie alle indicazioni della vittima, è riuscita a coordinare efficacemente le pattuglie sul territorio per le ricerche dell’auto in fuga, che è infatti stata intercettata poco dopo dai Carabinieri del Radiomobile. I militari hanno quindi bloccato il mezzo e dichiarato l’uomo in arresto. Su disposizione della Procura della Repubblica di Trieste, l’arrestato è stato condotto nella sua abitazione, in regime di arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Torta morbida cioccolato e cannella: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento