rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Il processo / Barriera Nuova - Città Nuova / Foro Ulpiano

Aggressioni no vax ai giornalisti: al via il processo

L'udienza di oggi vede imputato un manifestante no vax per l'aggressione al giornalista del Piccolo Gianpaolo Sarti. L'Ordine dei giornalisti e Assostampa, visti gli attacchi alla categoria nel periodo delle contestazioni, chiedono di costituirsi parte civile, e il giudice si riserva di decidere

Ha avuto luogo stamattina la prima udienza che vede imputato un manifestante no vax per un'aggressione fisica al giornalista Gianpaolo Sarti durante i disordini in piazza Unità nello scorso autunno. In seguito alla richiesta dell'Assostampa e dell'Ordine dei giornalisti di costituirsi parte civile, il giudice Anna Battaglia si è riservata di decidere e ha fissato la prossima udienza il 22 luglio.

I fatti

I fatti risalgono al 6 novembre scorso durante un corteo No green pass, in prossimità di piazza Unità. L'imputato aveva minacciato Sarti urlandogli contro "Ecco qua quella m**da de giornalista, lo mazzemo", colpendolo poi con una sallata, un pugno alla nuca e una testata sullo zigomo. Al cronista del Piccolo sono stati quindi diagnosticati un trauma cranico e una distorsione al rachide cervicale. Trattandosi di un'aggressione a una persona in quanto giornalista, e viste le intimidazioni e gli atti violenti a carico di tutta la categoria nel periodo delle manifestazioni no green pass, le associazioni di categoria hanno presentato richiesta di costituirsi parte civile, insieme allo stesso Sarti. Un eventuale risarcimento dei danni sarà interamente devoluto in beneficenza.

"Il segnale dell'Ordine e della Federazione - spiega il legale di Sarti, Antonio Santoro - nasce dal fatto che durante i cortei no green pass e no vax i giornalisti sono stati presi di mira. Da qui si ritiene sia stato leso il diritto di cronaca e la facoltà di esprimere il loro pensiero". L'imputato è difeso dall'avvocato Alessandra Devetag, il Pm è il dottor Pietro Montrone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressioni no vax ai giornalisti: al via il processo

TriestePrima è in caricamento